Il film Rai ispirato a una storia vera.

Due bimbe scambiate in culla, la scoperta dell’errore, il nuovo scambio e la rinascita. Il film di Rai1 “Sorelle per Sempre” è una storia che dimostra quanta forza possa esserci nell’amore che si nutre per gli affetti più cari. La fiction si ispira a un caso realmente accaduto a Mazara del Vallo. Nel 1998, durante la notte di Capodanno, Melissa e Caterina nacquero lo stesso giorno, nello stesso ospedale. Furono, però, scambiate e affidate alla famiglia “sbagliata”.

Dopo le scoperta, si è fatto un nuovo scambio e, da quel momento, tra le famiglie Alagna e Foderà si è intrecciato un rapporto di affetto e reciproca cura. Le ragazze sono come sorelle. Il film è andato in onda giovedì 16 settembre, mostrando ancora una volta alcune celebri location di Sicilia. Per questo motivo abbiamo pensato di parlarvi dei luoghi della fiction Sorelle per Sempre: ecco dove è stata girata e cosa abbiamo visto in tv.

Sorelle per Sempre luoghi: dove è stato girato

Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, si trova nella punta più estrema non solo della Sicilia, ma anche dell’Italia e dell’Europa. Città dalla celebre tradizione portuale, porta i segni evidenti del passaggio degli Arabi. La Casbah, antico quartiere, è colorato e ricco di decori affascinanti. Attraversarlo è come fare un viaggio in Africa. La città mostrata nella fiction è quella degli anni 2000, ma oggi è cambiata e gli edifici di questo cartiere sono stati sistemati, ridipinti e messi in sicurezza. Le mura sono state decorate da ceramiche.

Sempre nella fiction si vede Baglio Samperi, a Marsala. Rimaniamo dunque nella provincia di Trapani. È una tipica masseria siciliana, un baglio che risale alla fine del 1700, passando poi da una generazione all’altra. Un tempo, vista la sua natura di “bagghiu” era un insieme di case di agricoltori e di pastori, che condividevano il frutto del loro lavoro. Oggi è una struttura ricettiva, simile a un borgo diffuso. L’area di Mazara del Vallo e Marsala è davvero ricca di angoli da scoprire. Vi consigliamo di organizzarvi una gita o un breve soggiorno, se non avete ancora avuto la fortuna di vederla dal vivo. Foto: Ufficio Stampa Rai.

Articoli correlati