Questa sera – meteo permettendo – tutti a guardare il cielo. Nella notte tra il 20 e il 21 marzo, infatti, arriva l’ultima Superluna piena del 2019, la più grande dell’anno. «Quest’anno, infatti l’equinozio di Primavera cade il 20 marzo, alle 22:58», spiega all’Ansa l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope.

«Pochissime ore dopo, il 21 marzo alle 02:43, la Luna raggiungerà la fase piena. Questa coincidenza di date non avveniva dal 2000 e non riaccadrà prima del 2030. Ma – aggiunge Masi – in questi due casi non si tratta di Superlune. Quindi l’evento di domani è abbastanza raro.

LEGGI ANCHE: La Nasa sceglie una foto scattata in Sicilia

Un’occasione per alzare lo sguardo al cielo, soprattutto nei centri urbani dove l’illuminazione limita la vista del firmamento. Proprio per questo – rileva – l’Unione Astronomica Internazionale (Iau) sta organizzando il 16 maggio, giornata mondiale della luce Unesco, l’iniziativa Cieli bui per tutti».

La Superluna si verifica proprio sulla soglia dell’equinozio di Primavera. Come già avvenuto in altri anni, questo anticipa al 20 marzo, anziché cadere nel canonico 21. Sarà possibile ammirare la Superluna anche in streaming, a partire dalle 17:45, sul canale Ansa Scienza&Tecnica, grazie alla diretta del Virtual Telescope Project, che trasmetterà lo spettacolo della Superluna mentre sorge sui monumenti di Roma.