Ha contattato un ristorante di Mazara del Vallo chiedendo una cena gratis in cambio di pubblicità, ma non ha avuto la risposta che si aspettava. Protagonista della vicenda, Valentina Pivati, che in passato ha partecipato al programma tv “Uomini e Donne” di Maria De Filippi. Di fronte alla richiesta, è arrivato un secco “no” da parte del ristoratore interpellato.

«Buonasera, mi chiamo Valentina Pivati – ha scritto la ragazza – e grazie a un programma televisivo sono cresciuta sulla piattaforma social, in particolare su Instagram, iniziando così un lavoro di influencer. Ad agosto sarò in Sicilia e mi chiedevo se vi interesserebbe, in cambio di pubblicità, ospitare me e il mio compagno per una cena. In attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti».

Il titolare del ristorante, un locale molto noto, ha subito replicato via Facebook, scrivendo un primo post in cui si legge: “Il nuovo modo per farsi le vacanze a sbafo”. Poco dopo quel commento è stato rimosso, ma ne è arrivato uno nuovo, più dettagliato.

Cena gratis? La risposta del ristorante

«Sul precedente post la situazione è un po’ sfuggita di mano e ci teniamo a fare le dovute precisazioni. Abbiamo cancellato volutamente un post da 10000 visualizzazioni in poco meno di 10 ore. Un post diventato subito virale in un contesto in cui tutto può fare audience, tutto può entrare nella gogna mediatica e tutto fa business, nel bene o nel male.

Ci teniamo a precisare che siamo sempre alla ricerca di persone con cui collaborare, con modalità che possano apportare un valore aggiunto a tutte le persone coinvolte.

Ciò significa che non basta essere un “influencer” ed avere 100,000 followers su Instagram ma è più importante decidere assieme come poter collaborare in maniera virtuosa – si legge nel post -. Ci teniamo a rispettare l’etica del nostro lavoro e di quello altrui. Ci scusiamo se in qualche modo abbiamo urtato la sensibilità di qualcuno e non escludiamo in futuro di lavorare con blogger ed influencer che condividono i nostri stessi principi morali».

Articoli correlati