• Ville in Sicilia, la regione è la seconda più richiesta per le vacanze in dimore di lusso.
  • É boom di prenotazioni in autunno per ville e casali.
  • I turisti guardano avanti: fioccano le prenotazioni per Natale e Capodanno.

Non solo estate: la Sicilia è regina anche in autunno. I paesaggi della Trinacria allettano i turisti anche nelle stagioni più fredde, come dimostrano i dati dell’Osservatorio Emma Villas: dopo la Toscana, la Sicilia è la seconda regione italiana più gettonata per vacanze in ville e casali di pregio in autunno.

Cosa significa questo? Significa che l’Isola è tra le regioni più richieste per le sue dimore di lusso, soprattutto da tedeschi, svizzeri e olandesi. Non mancano gli italiani, provenienti soprattutto dal Trentino e dal Veneto.

Casali e Ville in Sicilia sempre più amati dai turisti

La Trinacria, con le sue 21 ville di pregio, ha registrato prenotazioni per 33 settimane in autunno. Secondo l’Osservatorio, il 94% dei siciliani che possiede e affitta un immobile di pregio, ce l’ha nella regione. Di questi, circa il 47% ha una seconda casa in provincia di Ragusa; il 20% a Trapani; il 20% a Messina e circa il 7% a Caltanissetta. Il 6% viene da località al di fuori della Sicilia.

Nei primi nove mesi del 2021 le i casali e le ville in Sicilia sono stati prenotati, complessivamente, per 127 settimane. Si tratta di un incremento del 43% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La permanenza media è di 1,3 settimane. La percentuale di stranieri che scegli l’Isola è del 57% (soprattutto europei). Per il 45% sono turisti italiani.

Il prezzo medio per una settimana in una villa è di circa 3.854 euro. La media degli ospiti per ogni villa, trattandosi di strutture molto grandi, è di 8,4 persone. Il fenomeno dell’affitto delle dimore di lusso fa bene all’indotto turistico, tra ristoranti, negozi e visite nei luoghi della cultura.

Le ville in Sicilia piacciono a coppie, famiglie e gruppi di amici. In media, quando si è in gruppo, si spendono circa 70 euro a notte. Tra le strutture più richieste, ci sono quelle nel Ragusano, ma anche alcune nel Messinese e nel Trapanese. E già ci si prepara alle feste, con tante prenotazioni per Natale e Capodanno. A metà novembre le richieste per la fine del 2021 hanno superato quelle dei due anni precedenti.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati