zuccataLa zuccata o cucuzzata è una particolarissima marmellata che la pasticceria siciliana suole usare da tempo.

La si preparava a partire dalla zucca “virmiciddara” (quella a forma di tromba per intenderci), mentre oggi si usano la zucca gialla o le bucce delle angurie.

Dire che è buonissima, è poco. Ha un sapore delicato, morbido (ed è anche economica da preparare).
 

La ricetta originaria della preparazione richiede più di una settimana.


Ecco cosa fare:

 

Ingredienti

1 kg di zucca gialla (o la buccia del cocomero);

1 kg di zucchero;

cannella;

 

Procedimento
Tagliate la zucca con tutta la buccia in pezzi piccini. Diciamo che una lunghezza di otto centimetri per pezzo va bene. Divideteli successivamente in 4 parti e togliete i semi. Metteteli quindi in un colapasta e cospargeteli di sale, ma non è tutto: sopra questi pezzettini dovete mettere un peso che li schiacci per circa 3 giorni. In questo modo la parte liquida dovrebbe essere espulsa.


Passati i 3 giorni, sciacquate la zucca e mettetela a mollo per altri tre giorni. La parte rognosa è il dover cambiare l'acqua almeno due volte al dì. Dopo i 3 giorni i pezzi di zucca vanno messi in acqua calda a sbollentare e poi ri-affogati in acqua fredda per un ultimo giorno.

A questo punto la zucca va scolata e sgocciolata; pesata e messa in una pentola assieme allo zucchero (in peso uguale alla zucca sgocciolata). Cuocete il tutto a fuoco dolce per una 20ina di minuti e riponete la zucca ed il suo liquido in un tegame di terracotta (ma anche di altro genere se non ne avete uno di terracotta)  e fate riposare per un giorno.

Il giorno dopo le zucche vanno riposte in un tegame e fatte cuocere a cicli di 5 minuti. In totale 5 cicli.

Non resta quindi che riporre la zuccata in un contenitore ben chiuso.

 

Da www.ricettedisicilia.net