La confettura di zucchine siciliane.

Ci sono ricette siciliane in grado di incuriosire già a partire dal nome. Sono quelle ricette della tradizione che, ancora oggi, si tramandano con passione da una generazione all’altra, riscuotendo sempre lo stesso successo. Prendete, ad esempio, la cucuzzata siciliana. Cosa sarà mai? La risposta è presto svelata ai non siciliani (i siciliani la conoscono benissimo) Si tratta di una tipica confettura di zucchine lunghe, utilizzata per la preparazione di alcuni dolci siciliani, ma anche per accompagnare salumi e formaggi. Deve il nome alla zucchina lunga chiamata, per l’appunto, cucuzza. Scopriamo qualcosa in più.

Viene chiamata anche Zuccata, un termine con cui si indica anche la zucca candita (per intenderci, quella che decora le cassate), quindi non confondetevi! Si tratta di un prodotto che ricorda la tradizione, ottimo anche sui crostini di pane, per accompagnare formaggi piccanti. Ha un sapore delicato e morbido. Un ulteriore pregio della Cucuzzata Siciliana è la sua economicità. Per preparare questa ricetta vi servono solo 3 ingredienti, ma anche un un bel po’ di tempo. L’ingrediente principale sono le zucchine lunghe, che possono tuttavia essere sostituite dalla zucca gialla.

Ricetta della Cucuzzata Siciliana

Ingredienti

  • 1 kg di zucchina lunga o zucca gialla
  • 1 kg di zucchero semolato
  • cannella

Procedimento

  1. Per fare la Cucuzzata Siciliana, tagliate la zucchina con tutta la buccia, in pezzi piccoli.
  2. Eliminate le parti bianche spugnose, nonché i semi.
  3. Metteteli in un colapasta e cospargeteli di sale, con un peso sopra.
  4. Devono rimanere così per 3 giorni, in modo che perdano i liquidi.
  5. Passati i tre giorni, sciacquate la zucca e mettetela a mollo per altri tre giorni. Ricordate di cambiare l’acqua almeno due volte al giorno.
  6. Dopo i 3 giorni i pezzi di zucca vanno messi in acqua calda a sbollentare e poi immersi in acqua fredda per un ultimo giorno.
  7. A questo punto la zucca va scolata e sgocciolata.
  8. Pesatela e mettetela in una pentola assieme allo zucchero (in peso uguale alla zucca sgocciolata).
  9. Cuocete il tutto a fuoco dolce per una ventina di minuti e riponete la zucca ed il suo liquido in un tegame di terracotta.
  10. Fate riposare per un giorno.
  11. Il giorno seguente, cuocete in un tegame, a cicli di 5 minuti. In totale 5 cicli.
  12. Riponete la zuccata nei barattoli ermetici.

Buon appetito! – Foto di Mimma Morana.

Articoli correlati