Un tesoro negli archivi del giornale L’Ora.

  • Trovati quattro racconti giovanili di Andrea Camilleri.
  • Si tratta dell’esordio dello scrittore siciliano.
  • Sono quattro novelle: ecco cosa sappiamo in proposito.

Lo scrittore Andrea Camilleri, attraverso le sue opere, ha saputo lasciare uno straordinario ed indelebile segno nella letteratura siciliana. Uno stile inconfondibile, il suo, che si è fatto apprezzare ben oltre i confini della nostra isola. Il grande pubblico l’ha conosciuto grazie ai romanzi del Commissario Montalbano ma, durante la sua lunga e fruttuosa carriera, si è cimentato in diversi generi di pubblicazioni. Nel luglio del 2019 ci ha lasciati ma, attraverso le opere che ha scritto, il suo ricordo vivrà per sempre. Per tutti i suoi fan e anche per i curiosi che vogliono conoscerlo meglio, c’è una bella notizia: vi spieghiamo subito di cosa si tratta.

Trovati quattro racconti giovanili di Andrea Camilleri

Nell’archivio del giornale L’Ora, a suo tempo acquisito dalla biblioteca centrale della Regione Siciliana, sono stati trovati quattro novelle giovanili di Andrea Camilleri. Si tratta dell’esordio dello scrittore: novelle che raccontano storie di mari e di ritorni, pubblicate dal quotidiano palermitano nel 1949. Pensate che, in quell’anno, Camilleri aveva appena 24 anni. A quanto pare, gli studiosi erano già sulle tracce dei testi. Dato che non erano stati mai ripubblicati, erano stati considerati perduti. E invece erano rimasti lì per tutto questo tempo. Adesso sarà anche possibile leggerli: ecco come e quando.

A partire dal 26 giugno, sulla pagina Facebook “L’Ora. Edizione straordinaria“, verranno progressivamente pubblicati. La pagina social ha lo stesso titolo del libro curato da alcuni ex giornalisti del quotidiano, che ha cessato le pubblicazioni nel 1992. L’ultima delle quattro novelle sarà riproposta nella giornata del 17 luglio, secondo anniversario della scomparsa dello scrittore siciliano. I racconti giovanili di Andrea Camilleri rappresentano sicuramente un modo per conoscere da un punto di vista più inedito la sua opera. Scoprire da dove è partito e come ha seguito un percorso che lo ha portato a diventare il famoso “papà” di Salvo Montalbano, il commissario più amato della tv. Foto: Associazione Amici di Piero Chiara – (CC BY 2.0).

Articoli correlati