Andrea Camilleri “ha una fibra forte. Le condizioni sono stazionarie ma rimangono critiche, la prognosi è riservata”. Queste le parole di Roberto Ricci, direttore del reparto di cardiologia dell’ospedale Santo Spirito, che ha letto il bollettino medico delle 17 sulle condizioni dello scrittore ricoverato da ieri. “Questa situazione potrebbe durare a lungo non possiamo prevedere esattamente”.

“Non è cosciente, le sue condizioni sono stazionarie ma permangono critiche“ era stato detto nel bollettino di mezzogiorno. Lo scrittore siciliano è ricoverato in rianimazione all’ospedale Santo Spirito di Roma in seguito a un arresto cardiaco dovuto “ad un brusco abbassamento di pressione“. La prognosi è ancora riservata. Gli ultimi aggiornamenti sono arrivati alle a mezzogiorno.

Il responsabile del reparto di Cardiologia, Roberto Ricci, ha spiegato: “Il paziente è in assistenza con supporto respiratorio meccanico e farmacologico e sedazione farmacologica”.

“I tempi di assistenza rianimatoria possono essere prolungati in questo tipo di patologia e il decorso clinico è condizionato dai parametri clinici e strumentali in continua rilevazione. La prognosi rimane riservata”.