Si chiama Andrea Obiso, è palermitano, ha 25 anni ed è il nuovo primo violino dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, a Roma. Il giovane talento è un vero e proprio enfant prodige, uno dei pochi al mondo a diplomarsi al conservatorio a 14 anni, con lode e menzione speciale. Nello scorso fine settimana ha vinto il concorso per oltre 80 candidati per la selezione del primo violino. Ha superato così altri tre candidati stranieri giunti in finale: un francese, un giapponese e un romeno.

In questi giorni, Andrea Obiso è in tournèe in Germania, con l’orchestra ceciliana e assumerà l’ incarico dopo l’estate, alternandosi con l’attuale primo violino Carlo Maria Parazzoli. Il giovane violinista ha esordito come solista a tredici anni con la “Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana“. Nel 2005 è stato lo studente più giovane ad essere ammesso all’Accademia Chigiana di Siena.

Tanti per lui i riconoscimenti internazionali, come il “66 ° Concorso Internazionale ARD 2017”, il 1 ° Premio e Premio del pubblico al Prix Ravel 2017, 2 ° Premio al prestigioso “Khachaturian Concorso Internazionale di Violino”, il Premio Speciale al sesto Concorso Tchaikovsky per Giovani Musicisti in Corea.

Nel 2018 è stato in tournée in Germania e Finlandia e ha debuttato alla prestigiosa Berlin Philarmonie con la Deutches Symphonie Orchester Berlin. Nel 2019 si è laureato al prestigioso “Curtis Institute Of Music” di Philadelphia.

Il giovane musicista siciliano si è avvicinato alla musica a 4 anni, grazie ai genitori – papà insegnante di violino, la mamma di pianoforte – e a 6 anni è entrato al conservatorio di Palermo. Attualmente vive tra Roma, New York e Philadelphia. Quattro volte l’ anno vola a Tokyo, ospite del suo sponsor.

Articoli correlati