La pasta allo scoglio è uno dei primi piatti di pesce più famosi e apprezzati, non soltanto in Sicilia, ma in tutta l’Italia. Protagonista, in questa preparazione, è il pesce, che incontra sapori decisi. Non servono troppe introduzioni, preferiamo passare subito alla ricetta, cominciando dagli ingredienti. Abbiamo scelto, come formato di pasta, le bavette, poiché prendono benissimo il condimento.

  • 600 g pasta tipo bavette
  • 150 g calamari piccolissimi puliti
  • 50 g code di gamberetti sgusciate
  • 50 g cozze sgusciate
  • 50 g vongole sgusciate
  • olio d’oliva
  • 250 g polpa di pomodoro
  • 1 bicchiere vino bianco
  • 1 bicchierino brandy
  • 2 1/2 spicchi aglio
  • 1 carota
  • 1 cipolla piccola
  • 1 presa prezzemolo tritato
  • 1 pezzo peperoncino

Ed ecco il procedimento, passo dopo passo.

  1. Scaldare in un tegame qualche cucchiaio d’olio, 2 spicchi d’aglio, il peperoncino e, quasi nello stesso momento, i calamaretti.
  2. Fate cuocere a fuoco vivo, mescolate bene, bagnate con metà del vino, fatelo evaporare poi aggiungete il pomodoro e poca acqua, coprite il tegame e continuate la cottura a fuoco moderato.
  3. In un altro pentolino, con un cucchiaio d’olio, 1/2 spicchio d’aglio tritato e un po’ di sale aggiungete le cozze, le vongole e mescolate per qualche istante, quindi ritirate dal fuoco.
  4. Nella stessa casseruola versate 3 cucchiai d’olio, aggiungete il trito di carota e cipolla, fate imbiondire, aggiungete le code dei gamberetti, mescolate, versate il resto del vino e il brandy.
  5. Continuate la cottura per 2 o 3 minuti a calore vivo, quindi versate il tutto nel tegame coi calamaretti.
  6. Cuocete le bavette al dente e mettetele in un piatto di servizio, ricopritele con metà della salsa, cospargete di prezzemolo tritato, mescolate e servite.
  7. Passate a parte il resto della salsa.

Buon appetito!

Inviato da: La Mia Sicilia