Si chiamano Brutti ma Buoni, anche se bisogna dire che l’aspetto è tutt’altro che sgradevole. Questi biscotti dalle origini Piemontesi sono in realtà molto diffusi in Sicilia, dove vengono chiamati con nomi diversi. A Tortorici, ad esempio, si chiamano “Croccantini“, mentre a Vicari se ne preparano di molto simili e si chiamano Passavolanti.

Sono biscotti croccanti e gustosi, che sanno di nocciola tostata e zucchero caramellato. Condizione indispensabile è l’utilizzo delle nocciole siciliane.

Ricetta Brutti ma Buoni

Ingredienti

  • 150 g di albumi
  • 200 g di zucchero semolato
  • 1 bacca di vaniglia
  • 350 g di nocciole siciliane
  • sale

Procedimento

  1. Tritate due terzi delle nocciole nel mixer, poi tritatele ancora un po’ al coltello. Non devono diventare una farina.
  2. Montate gli albumi con lo zucchero, il sale e i semi della vaniglia. Dovete ottenere un composto da meringa.
  3. Unite la granella alla meringa, insieme alle restanti nocciole intere.
  4. Amalgamate bene, usando una spatola.
  5. Versate il composto in una pentola d’acciaio dal fondo spesso e cuocete a fuoco basso, finché il composto non sarà diventato bruno e dendo.
  6. Preriscaldate il forno a 120°.
  7. Rivestite una teglia di carta da forno e mettetevi sopra i mucchietti di impasto.
  8. Cuocete per 50 minuti o finché i biscotti non saranno leggeri (vorrà dire che si sono asciugati all’interno).
  9. Fate freddare e gustate.

Buon appetito!