Né Cassate, né Cassatelle!

  • Le ricetta delle Cassatelline di Militello, un dolce di antica tradizione.
  • Ancora oggi, rappresentano il dolce delle feste, ricco di aromi e di gusto.
  • Scopriamo insieme la loro storia e quei dettagli che le rendono uniche e inimitabili.

Le Cassatelline, chiamate anche Cassatelline della Zia Monaca (Cassatiddini da za’ monaca) sono il simbolo della tradizione dolciaria di Militello Val di Catania. Si tratta di cestini di pasta frolla sfogliata, di forma quadrata, riempiti con un impasto di mandorle, confettura di frutta, cioccolato, liquore, cannella e chiodi di garofano. Il tutto è decorato da una candida glassa bianca, asciugata al forno.

A inventare questi dolcetti fu una suora, a za monaca: questa, ritornata a casa dopo anni passati in convento, ideò la ricetta da vendere ai compaesani come mezzo si sostentamento economico. La ricetta viene tramandata da una generazione all’altra e rappresenta indubbiamente il vessillo della tradizione gastronomica di Militello Val di Catania. Ancora oggi, durante le principali festività, la Cassatellina è protagonista indiscussa. Prima di mettervi ai fornelli, leggete bene la ricetta, perché vi sono diversi passaggi, da seguire con cura. Il risultato non vi deluderà.

La ricetta delle Cassatelline di Militello

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 150 g di strutto
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 2 tuorli
  • Scorza grattugiata di 1 limone non trattato
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • Sale

Per la farcitura

  • 300 g di confettura di albicocche
  • 150 g di mandorle spellate
  • 60 g di cioccolato fondente
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 pizzico di chiodi di garofano in polvere
  • 30 ml di liquore amaretto

Per la glassa e per completare

  • Confettura di albicocche q.b
  • Succo di 2 limoni
  • 335 g di zucchero a velo
  • 2 albumi d’ uovo
  • Scorza grattugiata di limone non trattato

Procedimento

  1. Per fare le Cassatelline di Militello, dovete anzitutto preparare la frolla.
  2. Impastate (a mano o nel mixer) la farina, lo strutto ammorbidito e a pezzetti, il lievito, la scorza grattugiata del limone e un pizzico di sale.
  3. Dovete ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa.
  4. Unite lo zucchero e continuate a impastare, quindi aggiungete all’ultimo l’uovo e i tuorli.
  5. Continuate a impastare, fino a ottenere un composto omogeneo.
  6. Passate l’impasto sulla spianatoia e compattatelo senza maneggiarlo troppo.
  7. A questo punto create un panetto liscio, avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare per almeno un’ora in frigo.
  8. Trascorso questo tempo, stendete la pasta frolla col matterello, formando una sfoglia di circa 4 mm di spessore.
  9. Fate scaldare il forno a 180°C, in modalità statica.
  10. Imburrate gli stampini quadrati e rivestiteli con la frolla, facendo aderire bene l’impasto ed eliminando la pasta in eccesso.
  11. Bucherellare con una forchetta il fondo dei cestini, per evitare che la pasta frolla si gonfi durante la cottura.
  12. Cuocete per circa 15-18 minuti, sfornate e fate raffreddare. Una volta freddati, sformate i cestini.
  13. Per preparare la farcia, tritate il cioccolato fondente con il coltello.
  14. Immergete le mandorle in
  15. Nel frattempo, preparare la farcia.
  16. Tritare al coltello il cioccolato fondente.
  17. Mettete le mandorle, già spellate, su una teglia ricoperta di carta da forno e tostatele per circa 10 minuti in forno, a 200°C. A metà cottura vanno girate.
  18. Fatele intiepidire, quindi tritatele.
  19. Unite in una ciotola la confettura di albicocche, le mandorle, il cioccolato, la cannella, i chiodi di garofano e il liquore.
  20. Mescolate con cura.
  21. Quando i cestini saranno cotti, impermeabilizzatene la superficie interna con uno strato sottile di confettura di albicocche scaldata al microonde o a bagnomaria.
  22. Riempite i cestini di farcia, quindi trasferiteli su una teglia rivestita di carta da forno.
  23. È il momento della glassa al limone.
  24. Setacciate lo zucchero a velo.
  25. Battete a neve ben ferma gli albumi, quindi unite lo zucchero a velo, poco alla volta e la buccia del limone grattugiata.
  26. Lavorate il composto con le fruste, rendendolo morbido e molto bianco.
  27. Glassate il bordo esterno con un pennellino.
  28. Fate asciugare la Cassatelline di Militello all’aria aperta o nel forno spento, ancora caldo.

Buon appetito!

Foto di Gimalgi73Opera propria, CC BY-SA 3.0, Collegamento

Articoli correlati