La confettura di anguria è una conserva estiva poco conosciuta, ma deliziosa. Quando si parla di anguria, in Sicilia non si può fare a meno di pensare al delizioso gelo di mellone (il termine “mellone” deriva da “muluni“, cioè anguria), una sorta di gelatina che viene servita come dolce al cucchiaio o utilizzata come ripieno per crostate e dolcetti.

Preparare in casa la confettura di anguria è davvero facile. Non la chiamiamo marmellata di anguria perché la marmellata viene unicamente utilizzata per le preparazioni a base di agrumi.

Il sapore riuscirà a stupirvi e lo troverete davvero delizioso. Una volta passata l’estate, sarà un dolce ricordo della bella stagione. Se volete rendere la confettura più aromatica, potete aggiungere del rosmarino o della cannella.

Come fare la confettura di anguria

Ingredienti

  • 15 chili di anguria
  • 250 g di zucchero
  • 1 limone

Procedimento

  1. Per preparare la confettura di anguria, dovete anzitutto sterilizzare i barattoli.
  2. Lavateli sotto l’acqua corrente.Foderate il fondo di una pentola capiente con un canovaccio pulite e mettetevi all’interno tappi e vasetti.
  3. Distanziate i recipienti con un altro canovaccio.
  4. Riempite pentola e vasetti con acqua fredda.
  5. Mettete sul fuoco medio e portate a ebollizione per 30 minuti.
  6. Trascorso questo tempo, lasciate freddare del tutto.
  7. Fate asciugare vasetti e tappi su un canovaccio pulito.
  8. Tagliate l’anguria, eliminando tutta la scorza.
  9. Togliete i semi e tagliate a cubetti.
  10. Mettetela in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero, coprite con pellicola da cucina e fate riposare in frigo per 24 ore.
  11. Frullate tutto, con l’aiuto di un mixer, unite il succo il limone e mettete il composto in una casseruola.
  12. Portate a ebollizione a fiamma moderata, mescolando ogni tanto.
  13. Fate cuocere per 1 ora ed eliminate la schiuma che si forma man mano.
  14. Quando la confettura di anguria sarà pronta e ancora calda, riempite i barattoli.
  15. Chiudete i barattoli ermeticamente e capovolgeteli.
  16. Una volta freddi, metteteli in un luogo fresco e asciutto.

Buon appetito!

Foto man pikin – Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)