Avete mai sentito parlare dei Cucchiteddi di Sciacca? Questo dolce fu eseguito per la prima volta nel 1380 dalle suore di clausura del Monastero di Santa Maria dell’Itria di Sciacca. Da allora è diventato un vero e proprio capolavoro della pasticceria siciliana.

Sono dei piccoli bocconcini a base di pasta di mandorla farciti con marmellata di cucuzzata a forma di mezzo cucchiaio. Da qui deriva il nome “Cucchiteddi”. Vediamo insieme come prepararli, a cominciare dagli ingredienti.

Per la pasta

  • 1 kg di mandorle tritate
  • 200 g di farina di Majorca
  • 800 g di zucchero
  • 2 uova
  • 1 limone
  • 400 g di zucca candita

Per la glassa di zucchero

  • 800 g di zucchero
  • 2 bustine di vaniglia
  • 250 g di acqua
  • un pizzico di cremor tartaro.

Ed ecco il procedimento per preparare i Cucchiteddi di Sciacca.

  • Lavorate le mandorle tritate con lo zucchero e le uova, fino ad ottenere una pasta abbastanza consistente.
  • Lasciate riposare la pasta per circa dieci ore.
  • A parte, tagliate a pezzetti piccolissimi la zucca candita.
  • Prendete la pasta di mandorle e dividetela in tanti panetti piccoli.
  • Su ognuno di essi, mettete al centro un cucchiaino di zucca candita a pezzetti, disponete su di una teglia imburrata e cuocete in forno a media temperatura, fino a doratura.
  • In una casseruola, preparate la glassa, versando lo zucchero, l’acqua, le bustine di vaniglia, un pizzico di cremor tartaro e la buccia di un limone grattugiata.
  • A fiamma bassa, mescolate fino a quando lo zucchero è completamente sciolto.
  • Togliete dal fuoco e tuffate i cucchiteddi, in modo che vengano ricoperti dalla glassa.
  • Disponeteli su di un vassoio foderato con carta e lasciateli raffreddare.

Buon appetito!

Ricetta di Simona Di Fiore