Fabio Provenzano è risultato positivo al test tossicologico. L’uomo, il 12 luglio scorso, ha perso il controllo della sua auto sulla A29 e nell’incidente è morto uno dei suoi figli, di 13 anni. L’altro figlio, di 9 anni, è ancora ricoverato in gravissime condizioni, e anche lui è ricoverato all’ospedale Villa Sofia di Palermo.

Secondo quanto emerso fino adesso, Provenzano, 34 anni, stava facendo una diretta su Facebook mentre guidava ed era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: è risultato positivo al livello due del test eseguito a margine dell’indagine della Polizia Stradale di Trapani.

L’incidente si è verifica nella tarda serata di venerdì 12 luglio, nei pressi dello svincolo autostradale Alcamo Est. Fabio Provenzano avrebbe perso il controllo dell’auto e i tre sarebbero stati sbalzati fuori dal veicolo. Antonino, il figlio di nove anni, si trova nel reparto di neurorianimazione: ha riportato gravi danni cerebrali.

Il video, trasmesso in diretta dall’uomo attraverso la sua pagina – e poi rimosso dai social network – è stato acquisito ai fini delle indagini. Nel filmato, che è stato poi rimosso da Facebook, si vedeva il volto dell’uomo in modalità selfie, mentre guidava.

Articoli correlati