Dato che, ho sposato un messinese, ho cercato di imparare  la "loro" cucina tipica. 
Devo ammettere che , nella loro tradizione gastronomica, ci sono delle preparazioni davvero pregevoli che, in seguito, posterò.
Ho cercato di imparare pedissequamente, senza alcuna reinter-pretazione, con molta umiltà e voglia di riuscire, per amore di mio marito. In alcune cose, poche cose, forse sono riuscita …….

Oggi vi propongo la focaccia messinese, laddove il termine "focaccia" sta per "pizza". 
La caratteristica di questo piatto tradizionale è che sia l'indivia (scarola), sia il pomodoro a pezzetti, si utilizzano crudi, sulla base lievitata. 
Ma andiamo alla ricetta:


Ingredienti:

– 1\2 kg di farina 0 o 00
– 1 bustina lievito di birra secco
– acqua tiepida q.b. (dipende dalla farina)
– 50 gr. di strutto o olio d'oliva
– 1 cucchiaino di zucchero
– 1 cucchiaino di sale
– 300 gr. pomodoro fresco a pezzetti
– 1 cespo di indivia
– 1 vasetto di acciughe sott'olio
– olio d'oliva q.b. 
– 300 gr. scamorza bianca o mozzarella a panetto

Procedimento:

– impastare gli ingredienti sino ad ottenere un impasto liscio e elastico .
– lasciare raddoppiare , in una ciotola coperta e al caldo, sino al raddoppio
– nel frattempo spezzettare il pomodoro privandolo dei semi e metterlo in uno scolapasta con un pò di sale
– lavare l'indivia, sgocciolarla e tagliarla a pezzetti
– stendere l'impasto lievitato in una teglia ricoperta di carta forno
– cospargerla di pezzetti di acciughe sott'olio e aggiungere il pomodoro condito  con abbondante olio d'oliva , disporlo sulla focaccia .
– lasciare lievitare ancora per 1\2 ora e infornare nel forno ,già caldo, a 200°
– a metà cottura aggiungere la scamorza a pezzetti e  ricoprire, completamente , di indivia a pezzetti
– lasciare cuocere per 3 o 4 minuti, giusto il tempo che la verdura si appassisca e sfornare
– spennellare la superficie e i bordi, con abbondante olio d'oliva
– servire!!!!!

P.S.:  mio marito dice che è discreta…….