L’arrivo dei nuovi convogli

  • Frecciabianca in Sicilia: il debutto della “quasi” alta velocità.
  • Le corse partiranno dalla fine del mese di ottobre.
  • Tutti i dettagli e le caratteristiche del nuovo servizio.

Non è un’alta velocità a tutti gli effetti, ma è comunque una importante novità sulle rotaie siciliane. Stiamo parlando dell’arrivo dei treni Frecciabianca in Sicilia. Dopo le prime due locomotive, giunte nello scorso mese di giugno, alla fine di settembre sono arrivate a Messina otto carrozze e una terza motrice. Questa tipologia di mezzo avrà il compito di collegare Palermo e la città dello Stretto, fermandosi a Caltanissetta, Enna e Catania. In previsione dell’attivazione del servizio, sono già stati effettuati alcuni test senza passeggeri a bordo, in regime di pre-esercizio. Scopriamo insieme i dettagli.

Treni Frecciabianca in Sicilia: l’alta velocità “light”

Come abbiamo anticipato, non sarà un’alta velocità a tutti gli effetti. Le Frecce, infatti, viaggeranno in Sicilia a una velocità massima di 200 km/h. Nel Nord Italia sono in grado di raggiungere i 300 km/h. Trenitalia ha programmato una presentazione ufficiale per la giornata di mercoledì 20 ottobre a Catania, ma non sono trapelate notizie in merito agli orari o alle tariffe. Tutti i dettagli, nei prossimi giorni, dovrebbero essere disponibili sui canali di vendita. Potrebbero anche esserci delle coincidenze con le navi traghetto “Bluferries” e con il Frecciarossa che parte da Reggio Calabria. Sarebbe un modo per facilitare i viaggiatori negli spostamenti.

Giancarlo Cancelleri, Sottosegretario di Stato al ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, ha così commentato la notizia dell’arrivo dei treni Frecciabianca in Sicilia: “So già che qualcuno storcerà il naso, dirà che un Frecciabianca non basta a cambiare la situazione delle ferrovie siciliane, ma bisogna pur fare un primo passo ed è un passo importante al quale ne seguiranno altri che miglioreranno radicalmente il servizio ferroviario e i collegamenti con il Nord Italia”. “Si tratta – ha aggiunto – di un treno con livelli di comfort e servizi superiori agli Intercity e che permette collegamenti comunque più rapidi e di alto livello anche da Caltanissetta ed Enna. Bisognava dare un primo segnale e Trenitalia ha accettato questa importante sfida”. Foto: Steve KnightLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati