Balzo avanti della società di e-commerce di moda di lusso.

  • Giglio.com ha presentato domanda di ammissione alle negoziazioni sul mercato Aim Italia.
  • La società fa capo alla famiglia Giglio.
  • L’azienda nasce gli anni 60 a Palermo e lancia nel 1996 il primo fashion store online.

La società siciliana Giglio.com ha presentato a Borsa Italia Spa la domanda di ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie sul mercato Aim Italia, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana. Il brand è attivo nel settore della vendita online per la moda di lusso multimarca, su scala globale. Il rilascio dell’avviso di ammissione alle negoziazioni su Aim Italia è atteso per il 21 luglio 2021, mentre per l’avvio delle negoziazioni la data è il 23 luglio 2021.

Giglio.com pronta a sbarcare in borsa

L’azienda è nata negli anni Sessanta a Palermo, quando Michele Giglio ha ereditato una bottega di tessuti e merceria. Proprio quella bottega è stata trasformata in una delle realtà siciliane più conosciute del settore. Nel 1996 è stato lanciato il primo fashion store online, ricordato come una delle esperienze pionieristiche in Italia. Oggi a guidare l’azienda sono i figli di Michele Giglio, Giuseppe e Federico. «La quotazione  – ha spiegato Giuseppe Giglio, presidente e amministratore delegato di Giglio.com – è un passaggio importante nella storia della nostra azienda, sancisce lo straordinario percorso che ci ha portato fin qui e ci permetterà di dotarci di ulteriori risorse per perseguire nuovi ambiziosi obiettivi di crescita e sviluppo. Siamo, inoltre, estremamente onorati di ospitare all’interno del nostro cda personalità dallo standing così elevato nel mondo del fashion luxury; la loro esperienza e le comprovate competenze daranno un formidabile contributo al nostro programma».

La società ha anche nominato il nuovo consiglio di amministrazione, composto da 7 membri, di cui due indipendenti. Ne fanno parte Giuseppe Giglio (presidente e amministratore delegato); Federico Giglio (amministratore delegato); Michele Giglio (amministratore); Matteo Gatti (amministratore); Francesco Tombolini (amministratore); Mario Boselli (Amministratore Indipendente) e Alessandro Varisco (Amministratore indipendente). Foto: Photo by Jonathan Francisca on Unsplash.

Articoli correlati