ResART Palermo: dal 2 luglio al 28 agosto 2021 torna il festival che apre in notturna alcuni dei siti più belli della città. Ogni venerdì e sabato, dalle ore 19 a mezzanotte, si potranno visitare tanti luoghi, con ingressi contingentati e prenotazioni online. Il biglietto ha un costo di 3 euro per ciascuna visita (se acquistato online; 4 euro all’ingresso dei siti, nel caso ci fossero posti ancora liberi). Scopriamo insieme tutti i dettagli.

L’offerta del festival è davvero vasta e include sia le visite che alcuni eventi speciali. Aperti i quattro oratori serpottiani di Santa Cita, del Santissimo Rosario in San Domenico, di San Lorenzo e San Mercurio, che ospita uno speciale video mapping. Ancora, si potranno ammirare Palazzo Abatellis, l’Archivio Comunale, l’Oratorio dei Bianchi, Palazzo Mirto e le suggestive Carceri dell’Inquisizione di Palazzo Steri, che ospita la Vucciria di Guttuso. Porte aperte anche a Villa Zito e Palazzo Branciforte, così come al Teatro Massimo, ma anche allo Spasimo e nel sontuoso Monastero di Santa Caterina: qui si potrà salire sulla Cupola, per ammirare la città. E non finisce qui: scopriamo insieme tutti i dettagli.

RestART Palermo, la città si scopre in modo autentico e originale

Il Festival RestART Palermo 2021 offre una prospettiva inedita e notturna anche per la Palazzina Cinese e per i meravigliosi siti arabo normanni di San Giovanni degli Eremiti, con il Chiostro illuminato, e il “sollazzo” della Cuba. Come abbiamo anticipato, ci saranno anche degli eventi speciali, come mostre, video mapping, teatralizzazioni, incontri e concerti. Imperdibili le visite a Palazzo Gangi, che apre i saloni del Gattopardo per la prima volta. Ancora, porte aperte alla pinacoteca privata di Villa Bordonaro ai Colli e a Palazzo Butera, ma anche alla Palazzina dei Quattro Pizzi all’Arenella, con una mostra su boudoir ritrovato di Donna Franca Florio. E queste sono solo piccole anticipazioni: ecco tutti i dettagli per partecipare alle visite e agli eventi.

I luoghi del Festival e gli Eventi Speciali

  • Carceri della Santa Inquisizione
  • Chiesa dello Spasimo
  • Chiesa di Santa Caterina
  • Oratorio del SS.Rosario in S.Domenico
  • Cupola di Santa Caterina
  • Oratorio di S.Mercurio
  • Necropoli Punica
  • Palazzina Cinese
  • Palazzo Abatellis
  • Loggiato dell’Incoronazione
  • Palazzo Mirto
  • Cuba
  • Palazzo Steri
  • Palazzo Branciforte
  • Oratorio dei Bianchi
  • Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti
  • Oratorio di S.Lorenzo
  • Chiesa della Catena
  • Oratorio di S.Cita
  • Teatro Massimo
  • Villa Zito
Eventi Speciali di RestART Palermo 2021
  1. Palazzo Butera: 5 percorsi di approfondimento (ven e sab di luglio, no 31 luglio) h.19,00
  2. Palazzo Gangi: visite esclusive 9 e 23 luglio – 6 e 20 agosto h.19,00
  3. Villa Bordonaro: visita esclusiva alla quadreria 31 luglio; 2 turni h.19,00 – 21,30 (conduce Claudio Gulli )
  4. Museo Abatellis: “5 minuti” da soli con un’opera”; tutti i sabato di luglio dal 10 luglio dalle 8 alle 9; 4 turni ogni quarto d’ora
  5. Museo Abatellis: “I mestieri dell’arte” – conversazioni con: 10 luglio Roberto Alaimo, 16 luglio Iano Monaco, 24 luglio
  6. Pamela Villoresi, 30 luglio Roberto Andò, 7 agosto Francesco De Grandi
  7. Tonnara Florio i 4 Pizzi: Mostra – “Il Boudoir ritrovato” dal 2 luglio al 14 agosto h.18 – 23
  8. Museo della Specola: 23 e 30 luglio dalle 19 alle 24; 20 pax ogni ora
  9. Carceri dell’Inquisizione: Teatralizzazione – “La notte delle streghe”  3 luglio h.19,00 e h.21,00
  10. Oratorio di S.Mercurio: Reluceo Projecton Mapping di Dario Denso Andriolo sonorizzato da Gianni Gebbia e Vito Gaiezza
  11. Palazzo Villafranca: 23 luglio e 6 agosto; 2 turni a giornata h.19,30 e h.21,00
    Martorana  coro “Svete Tikhij” diretto dal Maestro Irina Nedoshivkina Nicotra 30 luglio h.21,15
  12. Villa Niscemi  16 – 31 luglio, 27 agosto “Charlotte” lectio di Maria Antonietta Spadaro 2 x 30 pax con SDC h.17,30 e 18,30
  13. Albergo delle Povere 24 luglio ensemble “Corde set ventes” ore 21,15

Attraverso RestArt Palermo la città riparte dai suoi tesori più autentici. Un meraviglioso patrimonio di siti culturali, musei e palazzi che ne rivelano dominazioni, storia e ricchezza. Il festival nasce dalla collaborazione tra Amici dei Musei Siciliani e Digitrend, azienda specializzata in Digital Transformation, che ha sviluppato una piattaforma smart di prenotazione, ticketing ed audio guide. Per tutti i dettagli e per acquistare i biglietti, basta consultare il sito www.restartpalermo.it. Foto: Luisa Cassarà.

Articoli correlati