Quando ha saputo che la fidanzata Natalia era in pericolo, non ci ha pensato due volte. Davide è partito dalla sua Sicilia, da Pachino, per andare a prenderla e salvarla dalle bombe della guerra in Ucraina. La sua storia è stata raccontata anche dalla stampa nazionale e la coppia, che adesso è al sicuro in Sicilia, è stata intervistata a Pomeriggio Cinque.

Guerra in Ucraina, Davide salva Natalia e la porta in Sicilia

La Sicilia ha un cuore grande e, nelle situazioni di emergenza, dimostra di essere una terra solidale. Da quando è scoppiata la guerra in Ucraina, si moltiplicano le iniziative a sostegno di chi fugge dalle proprie case. Non solo raccolte di fondi, ma anche gesti di accoglienza di ogni tipo.

C’è però anche chi, come Davide, è partito dalla sua Pachino, in provincia di Siracusa, per andare a salvare la compagna Natalia, “la donna più importante della sua vita”. La sua storia, che vi abbiamo raccontato, è stata riportata anche da Pomeriggio Cinque. Ed ecco cosa hanno raccontato Davide e Natalia, che adesso sono al sicuro in Sicilia.

Il viaggio di Davide dalla Sicilia

Mentre affrontava il viaggio di ritorno, Davide raccontava: «Al mio fianco c’è la mia compagna Natalia, la donna più importante della mia vita. Quando ho saputo della guerra mi sono logorato dentro, non sapevo più che fare. Ho deciso di noleggiare un pulmino e andare al confine per prendere lei i suoi figli, riempiendo il pulmino di altre persone bisognose. Chi può aiuti altri, perché hanno bisogno, hanno bisogno davvero».

La loro è una storia a lieto fine. «Sono partito subito, dopo aver parlato con Natalia, che era sotto shock perché stavano bombardando vicino casa sua», spiega Davide, in collegamento dalla Sicilia con la trasmissione di Canale 5.

Natalia, compresa la gravità della situazione, non ci ha pensato due volte: «Ha preso i suoi figli, il suo cane, il suo gatto, si è messa in macchina durante le ore di coprifuoco ed è scappata verso Leopoli. Non potevo stare con le mani in mano e lasciarla da sola. Ho fatto un paio di telefonate e ho trovato delle splendide persone che mi hanno detto “Vai senza perdere tempo, ti aiutiamo noi“, e sono andato a prenderla».

E non è finita qui. Avendo a disposizione un pulmino con tanti posti, Davide ha pensato di portare in salvo altre persone dall’Ucraina: «Mentre stavo andando da Natalia, le ho detto: “Ci sono 9 posti, se trovi qualcuno che ha bisogno, riempiamo il pulmino. Non possiamo abbandonare nessuno, visto che abbiamo i posti vuoti”». Così è stata portata in salvo anche una mamma, con i suoi due bambini.

Sui social, Davide ha condiviso un video della nuova vita in Sicilia: “Riportare a loro un sorriso e un po’ di spensieratezza… questo è quello che conta”, scrive. Il mare della sua terra e la corsa lungo la spiaggia è uno splendido messaggio di speranza.

 

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati