Angelo Nicosia, dottorando in Scienze dei Materiali e Nanotecnologie del dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Catania è stato premiato con il “Best Solution Award”. Il riconoscimento è promosso dall’EIT Health Traslational Fellowship Program al College St’Anne dell’University of Oxford. Nicosia, 27 anni, è originario di Caltanissetta.

Il suo progetto di ricerca, dal titolo “Nano-HyGPS: A nano defence against bacterial contaminations”, è stato sviluppato all’interno del Laboratorio Polimeri dell’ateneo catanese (sotto la supervisione del prof. Placido Mineo) ha sbaragliato la concorrenza.

Lo studio ha riguardato lo sviluppo di un processo innovativo per sintetizzare un nano-ibrido polimero-grafene avente proprietà antibatteriche, da utilizzare in una nuova generazione di dispositivi biomedicali più sicuri per l’uomo e più eco-sostenibili.

È stato illustrato dal giovane siciliano durante l’evento EIT Health Translational Fellowship Program, dopo una preselezione tra i migliori candidati delle università partner del programma pan-europeo. Si tratta di prestigiose istituzioni, come Karolinska Institute di Stoccolma, l’Università della Sorbonne di Parigi, l’Università di Coimbra, l’Università di Grenoble, la Oxford University, l’Università di Koln, l’Università di Leiden.