Un serie tv de Il Gattopardo: è uno dei progetti italiani appena annunciato da Netflix. Il romanzo di Tomasi di Lampedusa è diventato, nel 1963, uno dei film più iconici della cinematografia italiana. Adesso si prepara alla trasposizione seriale sulla celebre piattaforma internazionale.

Su Netflix la serie de Il Gattopardo

La novità è stata presentata in occasione dell’apertura della nuova sede Netflix a Roma, in un elegante palazzetto di via Boncompagni. Il Ceo e fondatore Reed Hastings ha spiegato che il colosso dello streaming «In Italia è arrivato vicino alla soglia dei cinque milioni di abbonati».

Per quanto riguarda la serie tv del Gattopardo, sarebbe stata scelta la regia di Tom Shankland. Il progetto è sicuramente un passo importante, con l’adattamento di una pellicola rimasta nella storia del cinema italiano e mondiale.

Il film del 1963, diretto da Luchino Visconti e girato in iconiche location siciliane, ha vinto un David di Donatello e, soprattutto, la Palma d’Oro al Festival di Cannes di quell’anno.

Al momento, ovviamente, è ancora prematuro pensare di conoscere ulteriori dettagli. Grande curiosità, però, suscita il “toto-attori”, sulla scelta dei protagonisti che faranno rivivere i personaggi resi immortali da Burt Lancaster, Alain Delon, Claudia Cardinale e Paolo Stoppa.

Di sicuro saranno perfette per le riprese tante location in Sicilia, a partire da quelle già viste nel film per il grande schermo. Starà al regista scegliere se far rivivere gli stessi fasti di Luchino Visconti o optare per qualcosa di “originale”.

Tra le altre novità annunciate da Netflix insieme al Gattopardo, ci sono anche il ritorno di Zerocalcare con una nuova serie e Inganno, uno scomodo thriller sentimentale.

A questi si aggiungono anche il primo reality “Summer Job”, l’heist movie “Rapiniamo il duce”, il film d’azione “Il mio nome è vendetta” con un palestrato Alessandro Gasmann e la docu-serie su Wanna Marchi. Oltre al primo film natalizio “Odio il Natale” con protagonista Pilar Fogliati.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati