Non lasciatevi spaventare dal nome, la pasta chi sarchi assassunati è un delizioso primo piatto siciliano. Questa ricetta altro non è che una pasta condita con bietole passate in tegame, insieme ai pomodori!

La cucina siciliana è sempre ricca di immaginazione e così, anche in questo caso, ha scelto un nome decisamente colorito. “Assassunati”, cioè “assassinati” deriva dall’utilizzo del pomodoro, con il suo colore rosso. Preparare questa ricetta è molto semplice: vediamo come fare.

Ricetta pasta chi sarchi assassunati

Ingredienti

  • 400 g di pasta corta
  • 1 kg di bietole
  • 2 spicchi di aglio
  • 6 pomodori maturi
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento

  1. Mondate la verdura.
  2. Eliminate la parte più dura delle coste, lavatela ripetutamente in acqua corrente e spezzettatela.
  3. Immergetela in acqua salata a bollore e lessatela per circa 15 minuti.
  4. Fate imbiondire l’aglio in una casseruola con 5 cucchiai d’olio.
  5. Unite i pomodori pelati e tagliuzzati, il sale, il pepe e fate addensare per 5 minuti
  6. Sgocciolate le bietole e trasferitele nel tegame con il sugo.
  7. Rimestate e fate insaporire coperto per una decina di minuti.
  8. Lessate la pasta in acqua salata.
  9. Scolatela al dente, lasciandola abbastanza umida, e saltatela con il condimento.

Foto Flickr