Qual è il mare più bello d’Italia? E il mare più bello della Sicilia?

A dare una risposta, anche quest’anno, sono Touring Club e Legambiente, che hanno assegnato le loro Vele. Gli oltre 7.000 km di coste che l’Italia vanta offrono paesaggi mai uguali, panorami e luoghi straordinariamente diversificati, e centinaia di splendide spiagge.

Per selezionare “Il mare più bello 2020” Legambiente – attraverso i circoli locali e Goletta Verde – ha scandagliato la penisola e le isole, attribuendo a ogni comprensorio turistico le “vele”. Si va da 1 (punteggio minimo) a 5 (punteggio massimo).

Le vele sono simboli che testimoniano non solo il livello di purezza delle acque ma, in generale, la qualità ambientale, la presenza di servizi, il consumo energetico (tra i temi analizzati, anche l’uso del suolo, l’energia, i rifiuti, la sicurezza alimentare, la depurazione delle acque, le iniziative per la sostenibilità).

Sono un centinaio i comprensori analizzati. E oltre 40 quelli premiati, inclusi i laghi. Le cinque vele per il mare premiano quest’anno 15 comprensori turistici: 5 sono in Sardegna, 3 in Toscana e Puglia, 2 in Campania, 1 in Liguria e Sicilia. Sempre in Sicilia troviamo 4 località da 4 vele.

Cinque vele 2020, il mare più bello d’Italia

Ecco la classifica delle Cinque Vele per quanto riguarda il mare.

  • Litorale di Baunei. Sulla costa orientale sarda.
  • Maremma Toscana. Con Castiglione della Pescaia come miglior Comune, seguito da Scarlino, Marina di Grosseto e Follonica in provincia di Grosseto.
  • Litorale di Chia. Nella Sardegna meridionale, con il Comune di Domus de Maria.
  • Cilento Antico. Campania, provincia di Salerno: a Pollica seguono Castellabate, San Mauro del Cilento e Montecorice.
  • Costa d’Argento e Isola del Giglio. In Toscana. Qui dominano l’Isola del Giglio e Capalbio, seguiti da Orbetello e altri Comuni.
  • Liguria: Cinque Terre
  • Toscana: Isola di Capraia
  • Campania: Costa del Mito (tra Camerota, Centola-Palinuro e Pisciotta, con AMP Costa degli Infreschi e Masseta)
  • Puglia: Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari. Guidata da Polignano a Mare seguito da Ostuni, Monopoli, Fasano e Carovigno.
  • Puglia: Alto Salento Adriatico. Con Melendugno, Otranto e Vernole in provincia di Lecce.
  • Puglia: Alto Salento Jonico. Comuni di Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo, Racale.
  • Sicilia: Isola di Pantelleria
  • Sardegna: Baronia di Posada e Parco di Tepilora. In provincia di Nuoro, sulla costa orientale della Sardegna, che ha come miglior Comune quello di Posada, seguito da Siniscola.
  • Sardegna: Planargia. Ovvero il litorale del Comune di Bosa, sulla costa occidentale sarda.
  • Sardegna: Gallura Costiera e AMP Capo Testa. Vasto comprensorio nella Sardegna nord orientale guidato da Santa Teresa Gallura e seguito da Palau e Arzachena.

Ed ecco le località da 4 vele.

Anche i comprensori premiati con le Quattro vele si possono considerare luoghi di grande eccellenza, in grado di coniugare un territorio di qualità con gestione dei servizi di buon livello.

Sicilia, 4 vele

Foto: Ornella Greco

Articoli correlati