Dolci colline da Selinunte a Sciacca.

Un territorio devoto alla tradizione vinicola e olearia, cullato da dolci colline e affacciato su splendidi paesaggi che guardano al mare. È la magia del Menfishire, quell’area che da Selinunte arriva a Sciacca, passando attraverso i comuni di Menfi e Porto Palo. Si tratta di alcune delle località più conosciute della Sicilia occidentale, una zona perfetta per chi vuole conoscere la nostra isola in un modo autentico e unico. Il nome di questa zona, così particolare, nasce da una motivazione davvero interessante. Il suo clima mite è un irresistibile invito per moltissimi cittadini britannici, che decidono di svernare qui. Esploriamo meglio cosa ci offre questo territorio.

Menfishire: nome british, anima siciliana

Il Menfishire si trova nella Valle del Belice è molto suggestivo. È la campagna siciliana più dolce, con le colline segnate dai vigneti, dagli uliveti e dai campi di grano. Un lembo di terra nel Sud della Sicilia, che si spinge verso il mare cristallino e guarda verso l’Africa. Queste sono le terre del Gattopardo, votate a una splendida tradizione vinicola. Vi si trovano le Cantine Settesoli, a oggi il vigneto più grande di tutta l’Europa, con oltre 6mila ettari e ben 27 cultivar impiantate. Un’area talmente incontaminata da regalare, in tempi recenti, delle vigne spontanee che crescono immerse nella sabbia delle dune, a tre metri dal mare, sul spiaggia del Lido Fiori. Le radici affondano praticamente nell’acqua salmastra e, probabilmente, sono “superstiti” di vigneti già coltivati in queste zone e sopravvissuti alla fillossera di fine Ottocento.

Questa zona, oltre a mostrare paesaggi campestri e collinari davvero suggestivi, offre anche alcuni prodotti davvero deliziosi. Un ottimo olio, pane e pasta di grani antichi di Sicilia, verdure spontanee e formaggi del Belice (Tuma e Vastedda). Proprio queste materie prime sono alla base della cucina del Menfishire. Il tutto, naturalmente, viene accompagnato dall’ottimo vino che si produce in queste zone. Una meta perfetta per esplorare la Sicilia autentica. Photo by Federico Respini on Unsplash.

Articoli correlati