Il giornalista irlandese stregato dalla Sicilia.

  • The Irish Sun promuove le vacanze nella nostra Isola.
  • Matthew Nugent sogna di potersi concedere un bicchiere di vino guardando il mare siciliano.
  • Una nuova conferma del fascino di una terra e dell’immaginario che sa creare.

“Non appena sarà di nuovo sicuro viaggiare, ho il cuore pronto a partire per la Sicilia“. Una bellissima dichiarazione d’amore da parte di Matthew Nugent, giornalista del The Irish Sun. Una nuova conferma del fatto che la nostra isola piace – eccome se piace! – ai viaggiatori di tutto il mondo. Il giornalista irlandese spiega che le vere ragioni che gli fanno desiderare così tanto di venire in Sicilia sono principalmente il vino e il Commissario Montalbano. “L’investigatore interpretato da Luca Zingaretti è il miglior poliziotto di Vigata, una città costiera immaginaria nel Sud della Sicilia. La serie del Commissario Montalbano è diventata una visione imprescindibile su BBC Four ogni sabato sera”, aggiunge. Il giornalista invidia al “nostro” Salvo il fatto che possa concedersi un bicchiere di vino e un piatto di pasta seduto sulla sua terrazza, nella mitica Punta Secca. Così, la fiction diventa modo per parlare della cultura vinicola della Sicilia, che ha radici millenarie.

“I commercianti micenei coltivavano l’uva in Grecia già nel 1500 a.C. e portarono le loro abilità orticole in Sicilia intorno all’800 a.C. I terreni ricchi di minerali dell’isola, le dolci colline e il clima mediterraneo ne fanno un ambiente di crescita ideale per i vigneti. Le calde estati e le fresche brezze marine hanno incoraggiato la coltivazione dell’uva e la vinificazione in molte parti dell’isola”, spiega Nugent. Che aggiunge: “Molti vitigni internazionali – come lo Chardonnay, il Cabernet e lo Shiraz – sono arrivati ​​in Sicilia, ma c’è anche un cesto pieno di meravigliose uve autoctone. Questi includono il Nero d’Avola, la varietà rossa principale della Sicilia e forse la più antica. Anche il Perricone, il Nerello Mascalese e il Nerello Cappuccino sono uve rosse popolari. Il Cataratto è l’uva bianca primaria, con importanti piantagioni anche degli autoctoni Insolia e Grillo. Negli ultimi decenni, la cultura del vino dell’isola ha subito cambiamenti fenomenali, tutti per il bene. Ora, alcuni dei migliori vini italiani vengono prodotti in Sicilia“.

Articoli correlati