Il piatto di pasta ricco e saporito

  • Pasta che Paddunedda, ricetta tipica siciliana.
  • Si prepara per i giorni di festa ed è davvero deliziosa.
  • Ecco come fare: ingredienti e procedimento.

Oggi facciamo tappa nella città di Modica e nei suoi dintorni, per parlare di un primo piatto ricco e saporito. Una di quelle ricette tradizionali, che riportano alla memoria i ricordi più belli e gli affetti più cari. La Pasta che Paddunedda è un primo a base di pasta fatta in casa, servita nel brodo, con polpette di carne. Già basta questa premessa, per comprendere che si tratta di qualcosa di speciale!

Un tempo questa ricetta veniva preparata nella “tannura” o “cavaruni“, una grossa pentola perfetta per la cottura del brodo. Ne esiste anche una versione che prevede la cottura in forno, con l’aggiunta di caciocavallo e salsa di pomodoro. In quel caso, diventa una sontuosa pietanza del periodo di Carnevale. Quella che trovate di seguito è la versione più classica, a base di pasta all’uovo, prezzemolo e brodo di carne.

Ricetta Pasta che Paddunedda

Ingredienti

  • 500 g di farina di grano duro;
  • 5 uova;
  • ½ cucchiaino di sale;
  • 350 g di carne tritata di vitello;
  • 1 uovo;
  • 50 g di Ragusano DOP grattugiato;
  • Prezzemolo tritato;
  • 1 kg di carne bovina per bollito;
  • 2 carote;
  • 1 cipolla;
  • Sedano;
  • 50 g di Ragusano DOP in unico pezzo;
  • Pepe.

Preparazione

  1. Per fare la Pasta che Paddunedda, iniziate dal brodo, che necessiterà almeno 3 ore di cottura.
  2. Lavate e e asciugate bene le verdure.
  3. Private la carota della pelle e degli estremi, tagliate le coste del sedano, e tagliate via dalla cipolla la cima e il bulbo.
  4. Tagliate tutto in pezzi grossolani (la cipolla basta dividerla in sole due metà per il lungo; stesso discorso per il sedano, ma per il largo).
  5. Fate bollire le verdure in acqua bollente salata e pepata. Il fuoco deve essere gentile.
  6. Preparate nel frattempo gli ingredienti per la pasta.
  7. Disponete la farina a fontana, e unite le uova e il sale.
  8. Impastate gli ingredienti con le mani, fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio.
  9. Tirate la sfoglia in modo che venga molto sottile (non deve essere più spessa di 1 mm).
  10. Formane delle strisce della larghezza di circa 6-7 cm.
  11. Sovrapponete le strisce e tagliatele ancora per formarne dei tagliolini.
  12. Lasciate riposare la pasta.
  13. Impastate la carne tritata con il prezzemolo, l’uovo, il formaggio Ragusano DOP e il sale.
  14. Formate delle piccole palline di carne, che non dovranno essere più grandi di 2 cm.
  15. Filtrate il brodo e portatelo a ebollizione per la cottura delle polpettine.
  16. Aggiungete la pasta e terminate la cottura.
  17. Servite ben calda.

Buon appetito! – Foto: Steve WertzLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati