I maccheroncelli al pesto nisseno sono un piatto tipico, che si tramanda da una generazione all’altra. Caltanissetta sorge alle pendici del monte San Giuliano, nell’alta valle del Salso: questa posizione è ideale per la crescita di tante verdure selvatiche spontanee. Da qui è nata la ricetta della tradizione. Viene preparata con finocchietto, pomodoro secco, mandorle tostate, pinoli e acciughe. Come accade spesso per i piatti di un tempo, anche in questo caso gli ingredienti sono poveri ma delicati e il risultato è ricco di sapori mediterranei.

Come fare i maccheroncelli al pesto nisseno

Ingredienti

  • 400 g di maccheroncelli di grano duro siciliano
  • 400 g di finocchietto selvatico
  • 50 g di mandorle
  • 40 g di pinoli
  • 30 g di acciughe
  • 200 g di pomodori secchi
  • 50 g di cipolla
  • 30 g di pangrattato tostato
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

Procedimento

  1. Per fare i maccheroncelli al pesto nisseno, dovete anzitutto pulire il finocchietto e lessarlo in una pentola.
  2. Preparate un soffritto di cipolla con l’aglio. Aggiungete prima le acciughe, poi i pinoli, il finocchietto tritato, e il pomodoro secco tritato.
  3. Allungate la salsa, unendo un po’ d’acqua di cottura del finocchietto.
  4. Cuocete i maccheroncelli nella stessa acqua del finocchietto.
  5. Scolate e mantecare con la salsa.
  6. Condite con una spolverata di pan grattato e un filo d’olio d’oliva.

Buon appetito!

Articoli correlati