Avete mai sentito parlare della Fuata? Si tratta di una buonissima preparazione del Nisseno, una sorta di focaccia che viene condita con pomodoro, sarde e pecorino. Non è uno sfincione e neppure una pizza: una vera prelibatezza che potete anche preparare in casa.

Ricetta della Fuata siciliana

Ingredienti

Per la pasta

  • 500 g di farina di semola
  • 25 g di lievito di birra
  • zucchero
  • sale
  • 3 cucchiai di olio d’oliva

Per il condimento

  • 1 kg di pomodori maturi
  • 6 spicchi di aglio
  • 4 sarde sotto sale
  • 100 g di pecorino con pepe
  • origano
  • olio extravergine d’oliva

Procedimento

  1. Iniziamo dalla pasta. Sciogliete il lievito in acqua tiepida, mescolata con un pizzico di zucchero.
  2. Amalgamate la farina e l’olio con una presa di sale, quindi unite il lievito sciolto.
  3. Impastate a lungo e incorporate, mentre impastate, altra acqua, lavorando per bene la pasta con energia.
  4. Dopo circa 20 minuti, create una palla con l’impasto e adagiatelo in una ciotola infarinata.
  5. Praticatevi sopra un taglio a croce e coprite con un canovaccio. Fate lievitare per un paio d’ore.
  6. Tirate la pasta in sfoglie sottili e ritagliate 8 dischi di 12-14 centimetri di diametro; spennellateli d’olio.
  7. Distribuite su ciascuno di essi l’aglio a fettine, le sarde (dissalate, diliscate e spezzettate), una manciata di pecorino e il pomodoro pelato, privato dei semi e tagliato a filetti.
  8. Cospargete con origano e lasciat riposare per circa 20 minuti. Infornate a 220° per 20 minuti.
  9. La Fuata è pronta. Alcuni consigliano di accoppiare le Fuate a due a due, facendo in modo che il ripieno resti all’interno.

Buon appetito!