Prosegue il nostro delizioso viaggio alla scoperta delle migliori ricette siciliane. Oggi facciamo tappa a Trapani per cucinare e assaggiare una prelibatezza interamente made in Sicily: la pizza rianata.

È impossibile andare a Trapani senza fare una visita in pizzeria (come le storiche Calvino, Pipitone, Aleci…) per gustare l’eccezionale pizza rianata (origanata) che esalta i sapori tipici delle produzioni locali.

Un mix eccellente di farina di frumento siciliano, l’eccellente aglio rosso di Nubia che si sposa con il superbo pomodoro pizzutello, le ottime acciughe del mare trapanese che si uniscono con il profumato origano e il gustoso pecorino, l’insuperabile olio D.O.P. delle Valli Trapanesi e un pizzico di sale delle saline di Trapani.

LEGGI ANCHE: La Fuata, prelibatezza del Nisseno

Ho elencato le produzioni trapanesi, ma non perdete l’occasione per preparare questa pizza speciale anche con prodotti che avete a disposizione.  Vi assicuro che la fusione di questi ingredienti diventano un unico ed insuperabile profumo e un sapore che da piacere al palato. È quasi un obbligo accompagnare questa pietanza con un vino siciliano: a voi la scelta tra i freschi bianchi e gli impegnativi rossi!

Ecco come cucinare la pizza rianata, a cominciare dagli ingredienti.

  • 1 kg di farina di grano duro
  • 3 cucchiaini di sale
  • 2 panetti da 25 g di lievito di birra
  • acqua tiepida
  • 700 g di pomodori maturi
  • acciughe salate o sott’olio
  • aglio di Nubia
  • pecorino siciliano grattugiato
  • origano
  • olio extravergine di oliva
  • prezzemolo tritato

Ed ecco il procedimento passo dopo passo per cucinare la rianata.

  1. In una ciotola versare la farina e miscelarla con il sale.
  2. In un capiente recipiente mettere il lievito di birra che si farà sciogliere versando l’acqua tiepida.
  3. Versare circa gr. 50 di olio e miscelare.
  4. Versare la farina poco a poco impastando con le mani.
  5. Lavorare con forza l’impasto fino a ottenere un composto che non si attacca alle dita e che sia elastico.
  6. Coprire il contenitore con un panno e avvolgerlo in una coperta. fare lievitare per circa 2-3 ore.
  7. Prendere una quantità sufficiente per la teglia che si userà e, dopo averla lavorata ancora con le mani, stenderla con un mattarello.
  8. Mettere la sfoglia su una teglia leggermente unta con olio e allargarla con le mani.
  9. In una ciotola tagliare a pezzettini il pomodoro e aggiungere un pizzico di sale, le acciughe sminuzzate e l’aglio a pezzettini condendo con un po’ di olio extravergine di oliva.
  10. Miscelare.
  11. Distribuire il composto ottenuto sulla pizza aggiungendo dopo il pecorino grattugiato e una quantità generosa di origano.
  12. Infornare a 250° di temperatura per circa 15 minuti (controllare continuamente) e, a cottura ultimata, aggiungere un filo d’olio extravergine di oliva e il prezzemolo tritato.
  13. Sfornare e servire

Buon appetito!

Da: I sogni di Paola