a Scacce ragusane, con pomodoro, prezzemolo o basilico e caciocavallo  - Foto di Stefy.casper71La scàccia è un piatto tipico della zona degli Iblei e se vi doveste recare dalle parti di Ragusa e senz'altro qualcosa da dover assaggiare a tutti i costi.

Semplicisticamente la potremmo descrivere come una focaccia ripiena.
I ragusani la preparano facendo ruotare su se stessa (3 o 4 volte) una pasta rettangolare molto sottile. La farcitura può variare a seconda delle usanze della casa. Ad ogni modo i ripieni più graditi sono quelli con ricotta e cipolla; ricotta e salsiccia; pomodoro e cipolla; pomodoro e melanzana, etc.

Le origini della scaccia sono povere; un po' come molti dei piatti siciliani.
Inoltre, e non vorrei sbagliare, a Catania esiste una pietanza simile chiamata “scacciata”, mentre nel palermitano il nome diventa “impanata”.


Un tempo le scacce si preparavano solo una volta a settimana e solo con verdure di stagione.
Venivano cotte in forni di pietra. Forni molto comuni nelle vecchie case di campagna.

 

Oggi, invece, le scacce sono un piatto preferibilmente consumato per la cena della vigilia di Natale (anche se alcune famiglie continuano la tradizione di prepararle almeno una volta a settimana).
Non di rado, inoltre, è possibile trovare la versione più piccina (la scaccitedda) in bar e rosticcerie locali.


A breve vi descriveremo come preparare una scaccia.
In tutti i casi sappiate che le scacce sono nate a Modica, ogni anno, la penultima domenica di luglio, si tiene proprio una sagra della scaccia. A buon intenditore …

 

Ricetta scaccia

 

Ingredienti (dose per un chilo di farina) per la pasta:

farina di grano duro;

acqua;

sale;

olio d'oliva (mezzo bicchiere);

un limone;

mezzo bicchiere di vino.

Ingredienti farcitura:

melanzana fritta;

pomodoro;

formaggio (provola e cacio cavallo).

 

Procedimento:
Disponete la farina a fontana e poi fate un buchetto nel mezzo. Aggiungete acqua (quanto basta) ed il succo di limone + il vino (se è la prima volta che li preparate, non esagerate con il vino ed il limone). Impastate fino ad ottenere una pasta liscia e morbida.

A questo punto allargate e bucherellate la pasta con le dita. Versatevi sopra dell'olio d'oliva ed impastate nuovamente fino al completo assorbimento dell'olio.
 

Tirate quindi una sfoglia rotonda sottile aiutandovi, se occorre, con un po' di farina.

Riversate sulla sfoglia il condimento e spargetelo lasciando tutto intorno un margine di un centimetro, un centimetro e mezzo.

Ora la scaccia deve essere chiusa. Avvolgete da due parti la sfoglia condita. La larghezza della scaccia deve essere di 7 o 8 centimetri. Giunte al centro le due parti verranno chiuse a libro.


Ricordate di chiudere eventuali lati aperti con un bordino.
Quindi cospargete la superficie della scaccia con olio di oliva o con dell'uovo sbattuto e mettetela in forno su una teglia unta. La temperatura deve essere la stessa del pane. Quando la pasta acquisirà un colorito dorato, la scaccia sarà pronta e la potrete servire.

 Autore | Viola Dante;

Foto di Stefy.casper7