Sequestrato in Sicilia un caseificio abusivo. L’attività sorgeva a Godrano, nel Palermitano, all’interno di alcuni locali che non hanno i necessari requisiti igienico-sanitari.

Sono intervenuti i carabinieri del Nas e quelli della stazione di Godrano, che hanno apposto i sigilli anche a 300 chili di formaggi tenuti in cattivo stato di conservazione, e alle relative attrezzature utilizzate per produrre e lavorare gli alimenti.

La titolare dell’attività è stata denunciata alla procura di Termini Imerese (Palermo) ed è anche stata segnalata all’Asp di Palermo. La struttura e le attrezzature ammontano ad un valore complessivo di circa 160.000 euro, mentre gli alimenti ad un valore di 5.000 euro circa, sono stati affidati in custodia giudiziaria alla titolare. Alla commerciante è stata fatta una multa di 3 mila euro.

Pochi giorni fa i carabinieri di Custonaci e del Nas di Palermo hanno effettuato un controllo igienico sanitario presso un caseificio di Custonaci (Trapani), rilevando alcuni illeciti amministrativi e penali. È emerso che l’attività era stata avviata in modo abusivo, all’interno di alcuni locali privi dei minimi requisiti igienico-strutturali.

Articoli correlati