La “pizza” della tradizione siciliana

  • Sfincione di È sempre Mezzogiorno, la ricetta di Fulvio Marino.
  • Su Rai1 trionfa la cucina siciliana, con un piatto strepitoso.
  • Ecco come farlo in casa: ingredienti, procedimento e video.

La cucina siciliana torna ad essere protagonista su Rai1 e lo fa con una ricetta che è impossibile non amare. Stiamo parlando di sua maestà lo sfincione, quella che alcuni chiamano “pizza” ma che, di fatto, è una preparazione del tutto a sé stante. Un impasto che diventa alto, soffice e gustoso, condito con una salsa dal gusto unico. Uno di quei piatti che conquistano al primo assaggio, soprattutto se vengono preparati “a mestiere”. Come se l’è cavata, secondo voi, l’abilissimo Fulvio Marino?

Lo sfincione di È sempre Mezzogiorno ha superato egregiamente la prova del gusto. Il risultato finale, dopo la preparazione, è davvero accattivante già alla vista. “Evviva la Sicilia!” ha commentato la conduttrice, Antonella Clerici, mentre Marino tagliava a fette la sua preparazione. Tutti, in studio, erano semplicemente estasiati. “Guardate cosa è”, ha aggiunto la Clerici: come non essere d’accordo con lei? Non indugiamo oltre con le introduzioni, ma vi lasciamo a ingredienti e procedimento per fare in casa il vostro sfincione siciliano. Dopo la ricetta trovate anche il video.

Ricetta dello Sfincione di È sempre Mezzogiorno

Ingredienti

  • 1 kg di semola di grano duro;
  • 700 g di acqua;
  • 7 g di lievito di birra fresco;
  • 22 g di sale;
  • 50 g di olio extravergine d’oliva;
  • Passata di pomodoro;
  • Cipolla bianca;
  • Acciughe sott’olio;
  • Caciocavallo a pezzetti;
  • Caciocavallo grattugiato;
  • Pangrattato;
  • Origano;
  • Altro olio extravergine d’oliva.

Procedimento

  1. Per il condimento, affettiamo le cipolle e le lasciamo stufare in un tegame con un filo d’olio ed un goccino d’acqua.
  2. Quando le cipolle sono appassite, uniamo il pomodoro e portiamo a cottura (circa 1 ora).
  3. Prepariamo l’impasto: in una ciotola, o in planetaria, mettiamo la semola di grano duro, gran parte dell’acqua ed il lievito di birra sbriciolato. L
  4. Lavoriamo per qualche minuto e, ad impasto formato, inseriamo il sale e l’acqua rimasta.
  5. Lavoriamo ancora qualche minuto, fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.
  6. A questo punto, incorporiamo l’olio evo a filo, lavorando fino a farlo assorbire completamente all’impasto.
  7. Copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare per 12 ore in frigorifero.
  8. Dividiamo l’impasto in 2 panetti (per 2 teglie da 30×40 cm, quelle del forno di casa) e ripieghiamoli su se stessi, lembi esterni verso l’interno.
  9. Mettiamo le due pagnotte ottenute in due ciotole unte d’olio, copriamo e lasciamo lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.
  10. Stendiamo l’impasto lievitato all’interno della teglia abbondantemente unta d’olio: dopo aver allargato l’impasto con le mani, copriamo e lasciamo riposare per 10 minuti.
  11. Stendiamo ancora l’impasto fino a raggiungere i bordi e lasciamo riposare ancora qualche minuto: l’impasto deve rilassarsi per raggiungere i bordi.
  12. Inseriamo nell’impasto il caciocavallo a dadini e le acciughe sott’olio a pezzettini.
  13. Copriamo e lasciamo lievitare per circa mezz’ora: deve raddoppiare e raggiungere quasi i bordi della teglia.
  14. A questo punto, spalmiamo sopra la salsa con le cipolle, senza sgonfiare l’impasto.
  15. Spolveriamo con il caciocavallo grattugiato ed il pangrattato.
  16. Cuociamo in forno statico e caldo a 250° per 25 minuti. Appena sfornata, finiamo con un filo d’olio a crudo e dell’origano.

Come fare lo Sfincione di Fulvio Marino VIDEO

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati