Turisti americani vaccinati organizzano vacanze sicure in Sicilia.

  • La notizia è stata accolta in modo molto positivo, perché rappresenta un segnale importante in un momento delicato.
  • I visitatori provenienti dagli Stati Uniti stanno prenotando in Sicilia per il periodo tra fine maggio e giugno.
  • Si tratta di piccoli gruppi di over 60, già vaccinati o che si vaccineranno prima di arrivare sull’isola.

Arriva un segnale positivo per il settore del turismo siciliano, fortemente provato dall’emergenza Covid. I turisti provenienti dagli Stati Uniti hanno ricominciato a prenotare alberghi e ristoranti a Palermo. Ad organizzare le loro vacanze sicure in Sicilia, nel periodo tra la fine di maggio e giugno, sono piccoli gruppi di over 60, già vaccinati o che si vaccineranno prima di partire. “Abbiamo finalmente ricevuto la telefonata che aspettavamo da mesi – ha detto all’Ansa Doriana Ribaudo, titolare di un ristorante del centro storico di Palermo -. Finalmente torneremo ad ospitare i turisti americani: tre date, a inizio estate, con la presenza di piccoli gruppi”. La Sicilia è sempre stata una meta molto richiesta dal turismo internazionale e la speranza è di poter mettere di nuovo in movimento un comparto molto vitale dell’economia dell’isola.

Un segnale positivo per il turismo in Sicilia

Un segnale incoraggiante anche per gli albergatori. Nicola Farruggio, presidente di Federalberghi Palermo, ha spiegato: “Speriamo che il turismo, quello vero, si possa risvegliare in fretta. Certo, siamo ancora lontani dalla ripresa. Le strutture ricettive hanno subito un colpo mortale e i ristori sono stati del tutto inadeguati ad arginare le perdite, che continuiamo a registrare ancora oggi. E’ necessario che il governo intervenga con urgenza a tutela delle imprese e dei lavoratori del turismo prima che sia troppo tardi”.

Articoli correlati