Successo per la catanese Valeria Raciti ieri sera a Masterchef 8. Al pressure test ha vinto una sfida thrilling all’ultimo tortellino, contro la concorrente Gloria Clama. A giudicare i piatti c’era il severo Bruno Barbieri, chef pluristellato di origini emiliane che, peraltro, è un vero e proprio integralista del tortellino. Le due concorrenti dovevano realizzare più tortellini possibili in 30 minuti.

LEGGI: La ricetta dei biscotti al latte siciliani

Alla fine la concorrente siciliana, che arriva da Aci Sant’Antonio, ha avuto la meglio e a salvare alcuni dei suoi compagni, che sono saliti così sulla balconata, conquistando la salvezza. Valeria Raciti sogna di lavorare in cucina sin da bambina. Ha 30 anni e lavora come segretaria amministrativa: ad avvicinarla al mondo della cucina è stata inizialmente la nonna, che è stata la sua musa ispiratrice.

LEGGI: La ricetta della torta al Pistacchio di Bronte

Si definisce molto determinata, e grazie all’esperienza in tv spera di superare le sue insicurezze: “Una di queste è il mio aspetto fisico – ha detto -: espormi è una cosa che mi spaventa, ma voglio che questa esperienza mi aiuti a smettere di nascondermi. Per me cucinare è anche questo: un piccolo giardino segreto in cui riesco a muovermi libera, senza alcun tipo di sovrastruttura e senza preoccuparmi di tutto il resto”.