Antonello Venditti a Ustica si gode una giornata in barca prima del concerto di questa sera, al Teatro Antico di Taormina (lo show è già sold out). Il cantautore romano ha pubblicato su Facebook un video, in cui si vede lo spettacolo dei delfini che nuotano nel mare blu. Anche le tartarughe hanno deciso di fare capolino. “Il concerto sarà sicuramente più bello dopo questa vista”, commenta Venditti, che con la Sicilia ha un rapporto speciale.

Non tutti lo sanno, ma nelle vene dell’artista scorre sangue siciliano. In un’intervista a Vanity Fair ha parlato, infatti, delle sue origini palermitane.

«Da piccolo ero infelice – ha spiegato Venditti -. Vivevo di cose non dette, di insicurezze, di soliloqui tra me e me. Wanda Sicardi, mia madre, era la più grande grecista del ‘900. Figlia di nonna Margherita, una donna di Olevano Romano che non aveva studiato e come in una favola si era sposata con il principe palermitano Rivarola di Roccella, molto amico di Pirandello».

Tra Antonello Venditti e la città di Palermo c’è un legame fortissimo.

«Non perdo l’occasione per tornare da voi – aveva detto recentemente-. Questa è la città di mio nonno e grazie alla musica l’ho vista e conosciuta nelle sue diverse fasi, anche in quelle più difficili come ad esempio subito dopo le stragi di Capaci e via D’Amelio, o durante il processo Andreotti. Non dimenticherò Il concerto in programma stasera a Taormina rientra nel tour che celebra i 40 anni di uno degli album di Antonello Venditti più significativi: “Sotto il segno dei pesci“.

Antonello Venditti a Ustica: il video