Da oggi potrete trovare gli arancini anche sul dizionario Oxoford. Il celebre Oxford English Dictionary, infatti, ha lanciato un ponte del gusto che unisce simbolicamente il Regno Unito e la Sicilia, sulla base della migliore tradizione culinaria.

L’aggiornamento di ottobre 2019 ha visto l’introduzione di centinaia di nuovi termini. Si tratta di parole in slang e in uso ormai frequente, come “fake news”, ma c’è anche il termine (al maschile e plurale) arancini, per indicare la famosissima ricetta siciliana, trionfo dello street food, celebre in tutto il mondo. Il dizionario descrive le arancine come polpette di riso con ripieno salato, ricoperte di pangrattato e fritte, tipicamente servite come antipasto o spuntino.

LEGGI ANCHE >> La ricetta degli Arancini al sugo

Il riconoscimento linguistico che sottolinea l’apprezzamento nei confronti della cucina siciliana. Gli arancini – o arancine – sono al centro di un’acceso dibattito, che vede coinvolte la Sicilia Occidentale e quella Orientale. A fare discutere non è la ricetta, che comunque rimane pressappoco invariata, bensì proprio la denominazione. Se, infatti, a Palermo si chiamano arancine, al femminile, a Catania si chiamano arancini, al maschile.

LEGGI ANCHE >> La ricetta delle Arancine

Ad aumentare la popolarità della denominazione catanese è stata anche la produzione letteraria di Andrea Camilleri. Gli arancini di Montalbano, infatti, sono diventati celebri ben oltre i confini della Sicilia. Un trionfo di gusto e anche di folklore, viste le tante discussioni scaturite, con toni, spesso, molto coloriti.

Tra una diatriba e l’altra, la verità sta nel mezzo. E, comunque, l’importante è che le arancine, o gli arancini, vengano preparati a mestiere!