La Sicilia è una terra di record, lo sappiamo. Così, può capitare di imbattersi in luoghi e oggetti unici nel loro genere, che superano quelli in presenti in ogni altra parte del mondo. Oggi abbiamo pensato di raccontarvi di tre “cose” curiose che si possono trovare solo in Sicilia. Si tratta della casa più piccola del mondo, del balcone più lungo d’Europa e del più grande e complesso orologio meccanico del mondo.

Per vedere la casa più piccola del mondo dovete andare a Petralia Sottana, nel Palermitano. Qui si trova la Casa du Currivu, che racchiude al suo interno una storia molto particolare. È stata, infatti, creata per fare una ripicca a un vicino. È proprio vero che noi siciliani siamo davvero ostinati!

Il balcone più lungo d’Europa, invece, si trova a Palazzolo Acreide, nel Siracusano. Palazzo Caruso vanta il balcone barocco più lungo d’Europa, uno dei più lunghi al mondo. A sorreggere la balconata in ferro battuto ci pensano 27 mensoloni scolpiti, che raffigurano delle maschere buffe, ognuna delle quali ha un’espressione diversa dall’altra.

Questi mascheroni, tipici dei decori barocchi, sono diversi dagli altri perché sembrano quasi prendere in giro le persone che li osservano con curiosità. Le sculture scolpite in pietra nel balcone custodiscono un significato allegorico: vengono chiamati “cagnoli”, termine siciliano usato qualcuno poco raccomandabile.

In ultimo, facciamo tappa a Messina, per ammirare lo splendido orologio che si trova nel campanile del Duomo. La città dello Stretto custodisce questo tesoro, ammirato ogni giorno da tantissimi turisti. Dopo il terremoto del 1908 e i bombardamenti della guerra, rimasero dell’originaria costruzione del Duomo, il portale gotico centrale, i due portali minori, il portale sul lato destro, la struttura basilicale a tre navate e il mosaico alla fine della navata sinistra.

Il Campanile del Duomo è alto 90 metri, presenta una base di circa 10 metri e in esso è integrato uno spettacolare orologio astronomico. Si tratta del più grande e complesso orologio meccanico del mondo. Venne realizzato dai fratelli Ungerer di Strasburgo ed è stato inaugurato nel 1933. Tutti i giorni, a mezzogiorno, avvia il movimento di diversi automi di bronzo, che si spostano al suono dell’Ave Maria di Schubert, per circa 12 minuti.