In provincia di Enna, poco distante da Aidone, si trova Borgo Baccarato, diventato uno dei tanti paesi fantasma della Sicilia. Realizzato nel 1941, fu uno dei nuovi borghi nati durante il periodo fascista, che servivano a far insediare prevalentemente contadini in nuove aree, più vicine ai terreni.

Borgo Baccarato non è uno dei borghi rurali, perché ospitava i minatori e le loro famiglie. Proprio nei pressi del borgo, infatti, C’era la miniera Baccarato, una miniera di zolfo che ha terminato la sua attività negli anni Settanta. Si trattava di una terribile miniera, stando ai racconti di chi ricorda.

Borgo Baccarato, foto di Barbara Artemis

Tolse la vita a tantissime persone. Per un breve periodo Borgo Baccarato si sviluppò anche come centro agricolo, ma in seguito alla chiusura della miniera, negli anni Settanta, venne totalmente abbandonato e oggi rimangono soltanto gli edifici lasciati all’incuria.