Una delle spiagge più belle della Sicilia.

È sempre bello dedicare tempo alla scoperta delle spiagge siciliane. Quando si parla, poi, della Riserva dello Zingaro, diventa un vero e proprio invito a nozze, una proposta alla quale non si può assolutamente resistere. Quest’area naturalistica in provincia di Trapani si caratterizza per una natura incontaminata, che si tuffa nel mare più cristallino. Un contesto selvaggio, ideale per il relax e per l’esplorazione. E proprio come dei novelli esploratori vi farà sentire una visita a Cala Marinella. Per la sua posizione, appena decentrata, risulta più vicina all’ingresso nord di San Vito lo Capo. Seguendo il sentiero costiero da questa parte, è la terza caletta (la quarta dal sentiero da Scopello). Vi avvisiamo subito: bisogna camminare per raggiungerla e avere scarpe adatte e una scorta d’acqua. Però ne vale la pena: ecco perché.

Cala Marinella allo Zingaro, una magia siciliana

Quando si raggiunge la caletta, si viene ripagati da ogni fatica. Sembra proprio una piscina naturale, uno specchio d’acqua dai riflessi cangianti e luminosi, che abbracciano le tonalità del turchese in modo unico e affascinante. Cala Marinella è perfetta per gli amanti della fotografia, che potranno sbizzarrirsi riprendendola da ogni angolatura. A renderla ancora più speciale, il fatto che non sia una meta raggiunta da tutti. Solo i più temerari si avventurano, spinti dal desiderio della scoperta. E che scoperta! Il fondale si caratterizza per sabbia e candidi ciottoli, che contribuiscono a creare degli effetti di colore e di luce davvero particolari. Proseguiamo ancora e scopriamo meglio questa meravigliosa spiaggetta dello Zingaro.

Cala Marinella è una spiaggia piuttosto piccola. Si tratta di una delle più piccole della Riserva, ma anche di una delle più suggestive. Questo significa che, se volete visitarla nel modo migliore, dovete partire presto, arrivando nelle prime ore del mattino. Proprio in questo momento della giornata, infatti, il litorale è più calmo. Intorno all’ora di pranzo, invece, si alza un po’ di vento, che si placa nel pomeriggio. Il mare assume colori diversi a seconda dei venti, ma ha sempre un innegabile fascino. Foto: Antonino Arrigo.

Articoli correlati