Spiagge siciliane da scoprire.

Quando arriva l’estate, arriva anche la voglia di rilassarsi sotto il sole, meglio ancora se in uno scenario suggestivo. Da questo punto di vista la Sicilia ha molto da offrire: le cose sono ricche di spiagge e insenature spettacolari che mettono d’accordo tutti. Sabbia finissima o rocce selvagge, acqua cristallina e fondali di cui innamorarsi: le Calette della Sicilia sono tutto questo e molto altro. Oggi vogliamo guidarvi in uno straordinario viaggio alla scoperta di alcuni veri e propri paradisi. Abbiamo scelto 5 baie siciliane in cui rilassarvi, circondati da uno scenario unico.

Calette della Sicilia: 5 Paradisi per un pieno di mare e relax

  1. Cala Paradiso (Licata, Agrigento). Un nome davvero azzeccato! Siamo nel territorio di Licata (Agrigento), in un angolo nascosto della costa, che ha potuto così conservare tutta la sua bellezza. La cala si trova tra le celebri spiagge di Torre San Nicola e La Rocca. Vi avvisiamo subito, arrivare non è semplice e bisogna camminare un po’, dopo aver lasciato i mezzi, ma ne vale davvero la pena. Dall’alto, si gode di un bellissimo panorama.
  2. Cala Tonnarella dell’Uzzo (Riserva dello Zingaro, Trapani). Questa cala prende il nome dall’omonima grotta preistorica dell’Uzzo che si trova a pochi minuti dalla costa. Si trova a circa 2 km dall’ingresso Nord della Riserva, lato San Vito Lo Capo. Per raggiungerla, è sufficiente seguire i cartelli del sentiero costiero per ritrovarsi  all’improvviso davanti a un panorama mozzafiato. Piccolina, di ghiaia bianca, con un mare di color verde smeraldo.
  3. Cala Junco (Panarea, Isole Eolie). Un vero gioiellino delle Eolie, una delle spiagge più belle della Sicilia. Si caratterizza per la forma ad anfiteatro, delimitato da formazioni rocciose. Queste, insieme ai fondali e all’azione dei raggi del sole, danno al mare splendide sfumature. L’acqua va dal blu intenso al verde smeraldo.
  4. Cala Azzurra  (Favignana, Trapani). La cala si caratterizza per un’acqua cristallina e particolarmente rinfrescante e per il suo fondale di colore bianco, dai riflessi che tendono al rosa. Per la sua natura sabbiosa, è perfetta per ogni tipo di bagnante, inclusi quelli meno esperti e i bambini. Raggiungerla è molto facile: dista circa 4 chilometri, procedendo lungo la strada interna, mentre sono circa 5 chilometri se si costeggia il lato sud dell’isola, quindi andando verso Lido Burrone e proseguendo.
  5. Calamosche (Riserva di Vendicari – Noto). Una suggestiva caletta di sabbia, estesa per circa 200 metri e delimitata da due promontori rocciosi che la riparano dalle correnti. Il mare è sempre calmo e cristallino. Si tratta di una meta molto conosciuta e apprezzata, grazie al suo fascino e alla natura incontaminata che la circonda: si vedono nitidamente i fondali, bianchi come la sabbia. Foto: Ghost-in-the-Shell – (CC BY 2.0).

Articoli correlati