Can Yaman racconta l’esperienza delle riprese di “Viola come il mare” a Palermo. La fiction, una delle più attese della stagione autunnale di Canale 5, va in onda a partire da venerdì 30 settembre, per 6 prime serate. L’attore turco è rimasto affascinato dal capoluogo siciliano.

Can Yaman incantato da Palermo: “È stato bellissimo”

Yaman è stato intervistato da Tv, Sorrisi e Canzoni, insieme a Francesca Chillemi, co-protagonista della nuova fiction. “Viola come il mare” è prodotta da Lux Vide per Rti, con la regia di Francesco Vicario, e va in onda su Canale 5.

Francesca Chillemi interpreta Viola Vitale, giornalista di cronaca nera con doti speciali da “profiler”. Can Yaman, invece, recita per la prima volta in italiano, nei panni di un poliziotto: è l’ispettore capo Francesco Demìr.

“Se penso a quanto mi ha dato girare questa serie, mi viene in mente il giallo del sole e dell’energia“, racconta l’attore turco. Che subito aggiunge: “A Palermo abbiamo girato per quattro settimane e, anche se all’inizio c’era brutto tempo, io ho il ricordo di un cielo sempre celeste, perché è stato bellissimo“.

Gli fanno eco le parole di Francesca, siciliana e orgogliosa di esserlo: “L’affetto della gente ci ha travolti. Ogni giorno sul set ci accoglievano con i sorrisi, con tanti regali, con tante cose buone da mangiare. E quelle, si sa, da noi non mancano mai”.

Sono innamorato di Palermo perché sono stato accolto come in una grande famiglia: con tutto il cast e la troupe alloggiavamo in un piccolo albergo in pieno centro”, aggiunge Can Yaman. “E capitava di studiare i copioni tutti nella stessa stanza, in allegria. Con Giovanni Nasta (che interpreta Turi D’Agata, assistente di Demir, ndr) nelle pause giocavamo a pallone in camera e nonostante gli appostamenti dei fan sotto il mio balcone sono riuscito anche a fare qualche ”monelleria” e pure un tuffo in mare“.

Tanto lavoro, certo, ma anche momenti di svago, con cene indimenticabili: “Arancine, cannoli, caponata“, elenca Yaman. E Francesca aggiunge: “Can ci ha fatto una testa così perché provassimo il rakı (si pronuncia raq’, ndr), una bevanda alcolica turca a base di anice di cui lui va matto. Ma a me non è che sia piaciuta un granché”.

Viola come il mare trama

Francesca Chilemi è Viola, una giornalista di cronaca nera alle prime armi che lavora per un giornale online. Torna in Sicilia da Parigi, dove lavorava nella moda, per cercare il padre. Can Yaman è Francesco Demir, ispettore capo della polizia. È nato in una famiglia difficile, con papà turco e mamma italiana.

I due protagonisti si ritroveranno a lavorare insieme in vari casi di omicidio. Naturalmente, non condivideranno solo preziose informazioni per le indagini, ma anche una terrazza condominiale: la giornalista e il poliziotto, infatti, sono vicini di casa. La prima puntata di Viola come il mare va in onda venerdì 30 settembre alle 21,20, su Canale 5.

Foto via Facebook /FictionMediaset.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati