Sono passati 50 anni dalla scomparsa della Natività di Caravaggio dall’Oratorio di San Lorenzo, a Palermo. Per mantenere viva l’attenzione sulla vicenda, gli Amici dei Musei Siciliani hanno ideato un programma di eventi molto articolato, dal 10 al 20 ottobre. Caravaggio50, questo il nome dell’iniziativa, propone approfondimenti, proiezioni e documentari.

Caravaggio50, il programma

  • Anteprima: l’inaugurazione della mostra “Il ritorno dei capolavori perduti”, giovedì 10 ottobre alle 18 a Palazzo Abatellis.
  • Lunedì 14 ottobre, alle 18,30 all’Oratorio di San Lorenzo,  convegno scientifico su “La Natività con i Santi Lorenzo e Francesco di Michelangelo Merisi da Caravaggio”.
  • Martedì 15 ottobre alle 21, al Teatro Biondo, video proiezione “La verità di Monsignor Rocco” a cui interverrà il regista Massimo D’Anolfi.
  • Il 16 ottobre alle 18,30, nelle stanze che cinquant’anni fa erano abitate dalle sorelle Gelfo, custodi dell’Oratorio, che scoprirono il furto della tela del Caravaggio, sarà allestita la mostra “NEXT – le altre Natività”.
  • Il 17 ottobre alle 21,15 all’Oratorio di San Lorenzo, la narrazione e cunto de “Il furto del Caravaggio raccontato” diventa uno spettacolo di Salvo Piparo che farà rivivere i diversi “personaggi” dell’affaire Caravaggio.
  • Il 18 ottobre il Centro sperimentale di cinematografia (Cantieri della Zisa) ospiterà una maratona dedicata alla “Natività”.
  • Il 19 ottobre alle 19 si ritorna a San Lorenzo, per  “Storie da un Oratorio”, narrazione per pupi e voci, organizzata dal Museo delle Marionette “Antonio Pasqualino”.
  • Caravaggio50 si chiuderà il 20 ottobre alle 19 all’Oratorio San Lorenzo con “In memoria di un Caravaggio rubato” , concerto per violoncello solo di Silvia Gira, musiche di Giovanni Sollima.

Articoli correlati