Prima nave da crociera che approda a Catania nel 2021.

  • Costa Firenze arriva al porto del capoluogo etneo.
  • Effettuerà, oltre ai soliti transiti, anche operazioni di turn around.
  • Nel terminal ci sarà una vetrina di prodotti locali e manufatti artigianali.

Dopo un inverno e una primavera segnati dalle restrizioni e dalle limitazioni agli spostamenti, l’estate rappresenta senza ombra di dubbio un momento di rinascita. Si torna ad esplorare le città, a viaggiare, a solcare i mari. Il rilancio del turismo è un toccasana anzitutto per l’economia, ma non solo. Diventa un nuovo invito a scoprire e riscoprire i luoghi, un’attività che regala benessere al corpo e allo spirito. Catania, proprio oggi, 7 luglio, torna ad accogliere le navi da crociera. È atteso l’arrivo della Costa Firenze allo Sporgente Centrale del Porto. Si tratta, appunto, della prima nave da crociera a scalare questo porto nel 2021. Un momento significativo e positivo, dunque. Ecco i dettagli.

Costa Firenze approda a Catania: via alla stagione crocieristica

La nave Costa Firenze effettuerà, oltre ai soliti transiti, anche operazioni di “turn around”. Il turn aroung è lo sbarco e l’imbarco dei passeggeri. Il terminal accoglierà i crocieristi con una vetrina di prodotti locali, presentati da vari imprenditori ed artigiani, che esporranno i loro manufatti. Tutto, naturalmente, avverrà nel massimo rispetto delle normative anti-Covid. I viaggiatori potranno effettuare soltanto “shore excursion” con i tour operator della compagnia; nessuno di loro potrà sbarcare in modo indipendente. I controlli, prima dell’imbarco dei passeggeri, prevedono anche un tampone rapido: ci si potrà imbarcare solo in caso di esito negativo. La presenza della nave da crociera è stata accolta con entusiasmo dai vertici  dell’Autorità di Sistema Portuale e di Catania Cruise Port. Si auspica che “questo inizio possa, a piccoli passi, segnare una piena ripartenza delle crociere che consenta, nel 2022, di rivedere il gran numero di navi a cui eravamo abituati fino all’insorgenza della pandemia”. Photo by Sheila Jellison on Unsplash.

Articoli correlati