Cosa fare nel weekend a Palermo.

  • Festival RestART, l’ultimo fine settimana di aperture serali ed eventi.
  • Tanti i luoghi da vedere e gli appuntamenti cui partecipare.
  • Ecco cosa non bisogna perdersi venerdì 27 e sabato 28 agosto.

Ultimo weekend con il Festival RestART, che per tutta l’estate ha aperto alle visite e agli eventi alcuni dei luoghi più belli di Palermo. C’è ancora un’occasione, dunque, per andare a vedere/rivedere tanti capolavori. Si può partire dalla bellezza assoluta dell’Annunciata di Antonello da Messina, arrivando al fascino normanno del Chiostro di S. Giovanni degli Eremiti e della Cuba. Dalle dolenti scaffalature del monte dei pegni di Palazzo Branciforti alla magia degli oratori del più grande stuccatore al mondo, il nostro amato Giacomo Serpotta, dalle visioni notturne dall’alto della Cupola di S. Caterina e del Campanile di S. Giuseppe Cafasso alla scoperta di luoghi meno conosciuti come la Necropoli punica e la Loggia dell’Incoronazione. Dai fasti barocchi della Chiesa di S. Caterina alla sontuosità di Palazzo Mirto e l’eccentricità della Palazzina Cinese.

Per tutte le info e per verificare la disponibilità, potete cliccare qui.

Tra gli eventi speciali del Festival Restart, vi segnaliamo:

  • Venerdì 27 alle 18 a Villa Niscemi torna la Prof. Maria Antonietta Spadaro per raccontarci la storica figura di Charlotte di Francia e del suo ritratto, incredibilmente finito a Palermo, del suo ritrovamento e del suo nuovo, opportuno allestimento all’interno della villa;
  • Venerdì 27 alle 19,30 a Palazzo Abatellis, Palazzo Mirto ed all’Oratorio dei Bianchi si inaugura la mostra “Duchi, baroni e signori in fabrica” sulla collezione di ceramiche a “terzo fuoco” di Palazzo Abatellis;
  • Venerdì 27, alle 20,00 al complesso del Castello della Cuba si inaugura la mostra fotografica “I bambini di Cuba” ed alle 20,30 si terrà lo spettacolo “La Bambinanza” a cura del teatro Raizes;
  • Venerdì 27, alle 21,00 ultima puntata di “In secola secolorum” dove Gaetano Basile, presso l’Archivio storico comunale, racconterà le sue storie della Palermo dell’ 800, “il secolo a cavallo”;
  • Sabato 28 alle 19,30 nella suggestiva cornice del chiostro di S. Giovanni degli Eremiti ultimo appuntamento con la rassegna “SOLO/IMPROVVISAZIONI” che vedrà esibire il raffinato virtuosismo del sassofonista Gianni Gebbia;
  • Sabato 28 alle 21,15 all’interno della magnifica Chiesa di S. Maria dell’Ammiraglio, la Martorana, il concerto “Tra pene e sospiri” dell’Officina barocca con l’ensamble “Cordes et vent” .

Foto: Luisa Cassarà.

Articoli correlati