Dopo le ultime dichiarazioni di Philippe Daverio in relazione ai siciliani, rilasciate in occasione di Book City Milano, il Codacons ha deciso di depositare alla Procura della Repubblica di Milano, Catania e Palermo un esposto-denuncia per diffamazione aggravata e odio etnico e razziale (ex legge Mancino). La notizia arriva direttamente dal Codacons Sicilia.

“I siciliani hanno un problema di super ego. Non posso risolverlo io, ma ci vorrebbero migliaia di psichiatri”. Con queste parole il critico d’arte Philippe scatenata dalla sua votazione nella trasmissione Borgo dei Borghi.

Il critico nelle scorse settimane era stato protagonista di un acceso dibattito, che era arrivata addirittura in Parlamento a causa delle sue dichiarazioni contro il popolo siciliano seguita alla proclamazione su Rai3 di Bobbio (Piacenza) come Borgo dei Borghi 2019. Il televoto aveva premiato la cittadina siciliana di Palazzolo Acreide, ma il giudizio non era stato confermato dalla giuria di qualità presieduta da Daverio, che poi si è scoperto essere cittadino onorario del Comune piacentino.

Philippe Daverio aveva già rilasciato pesanti dichiarazioni contro i siciliani in una intervista a Le Iene,  ma si era poi scusato. Le nuove dichiarazioni, rilasciate a Milano nei giorni scorsi, hanno tuttavia riaperto la questione. “Daverio è recidivo, non può continuare ad insultare impunemente 5 milioni di siciliani. Chiederemo un risarcimento di un milione di euro da devolvere per finalità sociali“, commenta il Codacons.