Bonus tv e decoder, rivoluzione in arrivo dal 30 luglio 2022. Per poter ricevere il segnale tv sarà necessario avere un televisore e un decoder di ultima generazione, con tecnologia Dvb-T2. Da subito arriveranno comunque le agevolazioni per acquistare i nuovi dispositivi: è in Gazzetta Ufficiale il decreto legge del ministero dello Sviluppo Economico che dà il via libera ai bonus dal 18 dicembre.

Bonus tv e decoder come funziona

Si può avere un bonus massimo di 50 euro. Qualora si acquisti un dispositivo che costa meno, lo sconto sarà inferiore. Non tutti potranno usufruire degli incentivi, rivolti solo alle famiglie con Isee fino a 20mila euro. Per certificare il proprio reddito complessivo bisogna scaricare un modulo dal sito del ministero dello Sviluppo.

Il modulo, compilato e firmato, va portato al negoziante, insieme al documento di identità e al codice fiscale del compratore. Per concedere il bonus, l’esercente dovrà introdurre il codice fiscale dell’acquirente nel sito dell’Agenzia delle Entrate, cui verranno anche comunicati gli estremi del documento di identità del compratore e i dati identificativi del prodotto, in modo da verificarne l’idoneità.

I commercianti recupereranno lo sconto come credito di imposta alla prima dichiarazione fiscale utile.

Si comincia dal 18 dicembre 2019 e si potrà usufruire del bonus tv e decoder fino al dicembre del 2022. In totale, i finanziamenti pubblici destinati a questo intervento sono 151 milioni di euro, pari a 25 milioni per il 2019, 76 milioni per il 2020, 25 milioni per il 2121 e 25 milioni per il 2022.

Quanto costano decoder e tv?

Il prezzo del decoder digitale terrestre Dvb-T2 varia dai 20 ai 50 euro, mentre una tv digitale terrestre Dvb-T2, ovviamente, ha un costo più sostenuto, con prezzi che vanno all’incirca dai 200 euro a salire.