L’Isola delle Femmine è in vendita e quattro artiste siciliane hanno avuto un’idea: raccogliere la cifra necessaria per l’acquisto, cioè 3,5 milioni di euro, attraverso una campagna di crowdfunding (al femminile).

Da secoli, l’Isola delle Femmine è di proprietà di una famiglia nobiliare, che nel 2017 ha deciso di venderla. Il primo annuncio, pubblicato dall’agenzia immobiliare Romolini, risale proprio al mese di ottobre del 2015, con un prezzo richiesto di 3,5 milioni di euro. Un anno dopo, non avendo trovato un acquirente, la cifra è diventata flessibile (da un minimo di un milione a un massimo di tre), con trattativa riservata.

Le quattro artiste – Stefania Galegati, Valentina Greco, Claudia Gangemi e Marcela Caldas – hanno lanciato un crowdfunding attraverso l’associazione Femminote, per trovare 350mila donne disposte a donare 10 euro a testa. La raccolta fondi è iniziata il 15 febbraio sul sito https://www.isoladellefemmine.net/.

Sarà possibile incontrare le artiste e donare una quota di persona il 29 febbraio alle 12, presso la galleria Pantaleone di Palermo, dove ci sarà l’apertura della mostra She is-land di Stefania Galegati dedicata al progetto.

“Il progetto è un gesto simbolico di resistenza e un’eterotopia”, si legge sulla sua pagina Facebook della galleria palermitana. “Permette di sognare e riflettere su temi come la gestione del bene comune e la proprietà privata, la tutela del territorio, il femminismo e le sue derive, l’apertura al fallimento e alla debolezza”.

Foto Alessandro Tarantino

Articoli correlati