Le leggende legate all’Etna, ‘a Muntagna, sono davvero tante: da Aci e Galatea, passando attraverso Encelado, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Tra tutte, ve ne è una molto importante, che chiama in causa la Ninfa Etna: proprio per merito suo i catanesi considerano l’Etna come una “montagna-madre”.

In più occasioni vi sarà capitato di sentire parlare del vulcano al femminile, come una donna, una mamma che protegge i propri figli.

La Ninfa Etna è protagonista di tanti episodi. Il più importante, indubbiamente, è quello che narra l’atavica lotta tra Zeus e Tifeo, fratellastro della ninfa, per metà uomo e per metà bestia.

I Giganti, fratelli dei Titani e figli di Gea, volevano spodestare Zeus dal suo potente ruolo. Zeus e Tifeo combatterono reciprocamente una feroce baattaglia e lo scontro finale si terrà proprio lì dove oggi sorge l’Etna. Tifeo stava per dare al padre degli Dei il colpo di grazia, ma proprio allora la Ninfa Etna, alleata di Zeus, lo sottometterà. Sarà sempre la ninfa a seppellire lo sconfitto Tifeo ai piedi della montagna.

Quell’uomo bestia, rimasto nel ventre della terra, è ancora arrabbiato con Zeus: quando sentite l’Etna eruttare, è proprio Tifeo che ancora lancia maledizioni al suo storico nemico!