La primavera fa un passo indietro. Dopo un avvio soleggiato e mite, con temperature sopra la media, cambia tutto. Un fronte di aria fredda, stasera, valicherà le Alpi, riversandosi nel Mediterraneo centrale. Il transito della perturbazione darà luogo a un calo vertiginoso delle temperature, ma anche a un rinforzo del vento.

Secondo gli esperti il calo termico sarà più sensibile sulle regioni adriatiche e meridionali, dove i valori si porteranno al di sotto della media stagionale per gran parte della settimana.

Nei giorni successivi aumenterà la pressione, specie al Nord, dove le temperature in rialzo andranno localmente oltre la norma. Al Centro-Sud le correnti Nord-orientali manterranno il clima più fresco, ma non saranno molto diffuse né le nuvole né le precipitazioni.

Mercoledì 27 marzo si faranno sentire gli ultimi strascichi della perturbazioni all’estremo Sud, poi alta pressione in rinforzo, soprattutto al Nord, dove le temperature saliranno anche sopra la norma.