L’Etna ha nuovamente incantato il pubblico televisivo di Rai1. Sabato 25 gennaio il programma “Linea Bianca” ha mostrato il celebre vulcano siciliano in tutta la sua magnificenza.

Così il programma Rai ha presentato l’Etna:

Nere colate laviche sotto un manto nevoso: un viaggio alla scoperta del’Etna, il vulcano più attivo d’Europa. Quota 2.900 metri sul livello del mare: sulle pendici del cratere Barbagallo, circondati da un mare blu cobalto che si staglia sullo sfondo.

La fatica di salire: il “Donkey Trekking”, una divertente avventura a dorso di mulo per ammirare lo straordinario panorama circostante. 3.350 metri di altitudine e 35 chilometri di diametro alla base: in sorvolo con l’elicottero, con un vulcanologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, le attività di studio e monitoraggio dell’Etna.

Una tratta di circa 110 chilometri, attraverso gli innumerevoli paesini che si incontrano alle pendici del vulcano: da Catania Borgo a Riposto, a bordo della Circumetnea, storica ferrovia inaugurata nel 1898, alla scoperta di suggestivi scorci lavici e dei paesaggi meno noti della Sicilia Orientale.

Una materia prima di grande interesse che spicca per la particolare robustezza, resistenza e lavorabilità: a Misterbianco, in un caratteristico laboratorio, in mezzo ad imponenti blocchi, le straordinarie caratteristiche della pietra lavica. Le meraviglie nascoste del “Mungibeddu“: sul versante nord del vulcano, nella cavità dei Ladroni, la genesi e le caratteristiche delle oltre duecento grotte dell’Etna.

Clicca qui per vedere il servizio di Linea Bianca.

Articoli correlati